Avere gambe sode e toniche è un obiettivo comune, soprattutto nella bella stagione in cui ci si scopre di più. Se anche tu hai provato a sfinirti con infinite serie di esercizi stancanti nella speranza di rassodare il giro coscia ed i glutei, con l'unico risultato di mettere a dura prova la tua resistenza fisica (e la pazienza!), c'è una bella notizia: con l'allenamento giusto potrai finalmente ottenere gambe perfette in poco tempo! Il segreto? Gli affondi! Vediamo quali praticare per dire addio alle gambe flaccide, in maniera piacevole e con poco sforzo!

Affondi inversi


Con gli affondi inversi potremo tonificare efficacemente i muscoli posteriori delle gambe, soprattutto quelli delle cosce e dei glutei. Posizioniamoci in piedi, a gambe unite. Portiamo la gamba destra indietro, piegando contemporaneamente quella sinistra. Il busto deve rimanere eretto e gli addominali contratti. Sentiremo i muscoli allungarsi piacevolmente. Inspiriamo profondamente, ed espirando torniamo nella posizione iniziale. Ripetiamo con l'altra gamba. 

Affondi in avanti


Simili ai precedenti, gli affondi in avanti si differenziano per la posizione della gamba che rimane dietro. In questo caso, infatti, porteremo indietro inizialmente la gamba destra, piegandola fino a formare un angolo retto, con il ginocchio che sfiora il pavimento. Teniamo le mani sui fianchi. Respiriamo e ritorniamo nella posizione di partenza. Ripetiamo con la sinistra. Ricordiamo di non inclinare il torso, per non incorrere in disturbi a carico della schiena.

Affondi laterali


In piedi, a gambe divaricate, pieghiamo la gamba destra, abbassando di conseguenza il bacino. Entrambi i piedi devono mantenere l'appoggio a terra. Affondiamo lentamente, fermandoci prima di provare fastidio. La sensazione deve essere di gradevole sforzo moderato. Torniamo nella posizione iniziale e ripetiamo con l'altra gamba. 

Affondi con pesi


Questa è una variante che permette di incrementare la fatica muscolare, e conseguentemente, la resa in termini di rassodamento. La soluzione ideale è praticare gli affondi con i pesi dopo aver preso dimestichezza con quelli a corpo libero. Eseguiamo le serie degli esercizi precedenti tenendo in mano dei pesi da palestra, o, in alternativa, con un bilanciere appoggiato alle spalle. Il peso dell'attrezzatura deve essere dimensionato alla propria resistenza fisica. È sempre meglio procedere per gradi, otterremo lo stesso risultati soddisfacenti senza procurarci fastidiosi disagi e strappi muscolari!

Per ogni esercizio, possiamo partire con due serie di dieci affondi per gamba, per poi arrivare gradualmente a tre serie. In poco tempo, le nostre gambe da flaccide diverranno toniche e sensuali... a prova di estate!

Loading...