Non solo è un bell’albero, ma il  salice  è anche un  rimedio naturale contro il dolor e. Infatti le ricerche sul salice come farmaco hanno portato allo sviluppo dell’aspirina, uno degli antidolorifici più venduti al mondo.   

La  corteccia di salice viene usata come alternativa all’aspirina e ad altri antidolorifici presenti in commercio perché è uno dei rimedi naturali più efficaci per trattare il dolore. Potete comprarla in strisce, sotto forma di tintura o in polvere e va mischiata all’acqua prima di essere consumata.   

È stato dimostrato che il salice fa il suo dovere contro: 

  • Mal di testa 
  • Dolore alla parte inferiore della schiena e
  • Osteoartrite.

Un infuso preparato con la corteccia di salice è un ottimo antidolorifico. 

Come agisce 

Le infiammazioni comportano diverse reazioni chimiche e uno dei risultati più degni di nota è l’aumento della pressione sanguigna in un determinato punto, insieme a dolore, gonfiore e rossore. Un altro effetto delle infiammazioni è la temperatura corporea che sale, vale a dire la febbre. L’acido salicilico impedisce all’infiammazione di diventare acuta, di conseguenza riduce dolore, gonfiore e temperatura corporea.   

La corteccia di salice riesce a diminuire l’infiammazione dal momento che contiene salicina che, una volta dentro il corpo, viene metabolizzata in acido salicilico, esattamente come quello che troviamo nell’aspirina.   

Tuttavia, la quantità di acido salicilico presente nel corpo dopo aver preso una dose di corteccia di salice, in una tisana ad esempio, è inferiore a quella dell’aspirina. Per questo motivo nell’estratto di corteccia di salice ci sono anche altre sostanze, come flavonoidi antiossidanti e tannini antibatterici. È una miscela perfetta contro il dolore.   

Cosa scegliere: salice o aspirina? 

La corteccia di salice ha benefici in più rispetto alla sua alternativa sintetica. Non danneggia infatti il rivestimento dello stomaco come può fare l’aspirina in alcuni casi. E, mentre quest’ultima riduce la coagulazione del sangue, la corteccia di salice no e per certe persone questo è un bene.   

Per chi è sicura la corteccia di salice? 

Se siete allergici all’aspirina, dovreste evitare l’estratto di salice. Poche persone hanno sperimentato altri effetti collaterali, inclusi feci nere, nausea e stanchezza. Il contenuto di tannini è piuttosto alto nell’estratto di corteccia di salice, quindi c’è chi potrebbe sentirsi un po’ nauseato.   

La corteccia di salice e gli studi moderni 

Di recente, è stato dimostrato che chi soffre di dolore alla schiena trae beneficio dalla corteccia di salice. Inoltre, in caso di osteoartrite, favorisce la formazione di collagene, che purtroppo viene perso durante la normale progressione della malattia e in più riduce l’infiammazione.