Tra luoghi comuni e credenze popolari quasi nessuno ha ben chiaro quali siano le cose che non è consigliabile fare subito dopo aver consumato un pasto. Più o meno tutti, spesso inconsapevolmente, dopo mangiato compiamo abitualmente azioni che in quella determinata circostanza possono causare fastidi digestivi e problemi alla salute.


Copyright: Alliance/shutterstock

Se non vuoi che accada basta evitare di fare queste 10 azioni subito dopo mangiato:

Mangiare frutta

Sarebbe meglio mangiare la frutta lontano dai pasti, come già descritto precedentemente (leggi qui per saperne di più) in quanto le sostanze in essa contenute appesantiscono ulteriormente il processo digestivo. Stazionando all'interno dello stomaco in attesa di essere digeriti, gli zuccheri presenti nella frutta vanno incontro a fenomeni di fermentazione causando fastidiosi gonfiori.

Questo impedisce inoltre il corretto assorbimento dei principi nutritivi.

Prima di mangiare la frutta aspetta almeno un'ora dopo aver mangiato, o consumala prima di sederti a tavola.

Allentare la cintura dei pantaloni

Capita spesso, nel caso di un copioso pasto, di avere la sensazione di stare per scoppiare, per questo molti cedono alla tentazione di allentare la cintura dei pantaloni.

Questo gesto appare quasi liberatorio e anche se al momento sembra farci stare meglio, in realtà apparentemente ci offre solo la possibilità di poter mangiare di più. 

Alzarsi da tavola dopo essersi abbuffati fino al dolce, di sicuro non è privo di conseguenze: la digestione è più lenta e di conseguenza avvertiamo maggior sonnolenza e pesantezza.

Loading...

Fumare dopo mangiato

Coloro che fumano conoscono bene il piacere che si prova nell'accendere la sigaretta subito dopo mangiato. Alcuni studi evidenziano che questo gesto andrebbe evitato poiché dopo mangiato gli effetti negativi di una sigaretta sono equiparabili a quelli che si rischiano fumandone 10.


Copyright: Trong Nguyen/shutterstock

Bere tè dopo mangiato

Le foglie del tè contengono alcune sostanze che rendono più difficile la digestione e l'assorbimento delle proteine. Pertanto è consigliato consumarlo prima dei pasti.

Fare una passeggiata dopo mangiato

In molti pensano che passeggiare, o intraprendere una attività fisica subito dopo mangiato favorisca i processi digestivi. Niente di più sbagliato!

Farlo dopo i pasti causa un reflusso acido nello stomaco e rende la digestione più difficile. Per questo prima di andare a fare due passi, è consigliato attendere almeno 30 minuti.

Fare il pisolino

Dormire dopo mangiato è un'abitudine che in molti hanno. Se da una parte rappresenta un momento in cui l'organismo si rigenera dalla stanchezza, dall'altra rallenta il processo digestivo che può manifestarsi tra l'altro con stanchezza, cefalea e disturbi gastrici.


  • Copyright: wavebreakmedia/shutterstock

Fare il bagno o la doccia immediatamente dopo mangiato

Lo sappiamo tutti e in genere soprattutto al mare, dopo un pasto abbondante aspettiamo che termini la digestione. 

Subito dopo mangiato e durante le prime ore, i processi digestivi sono molto attivi e si realizzano grazie ad una circolazione del sangue adeguata. Dopo aver fatto il bagno o la doccia, la circolazione periferica aumenta, mentre l'afflusso di sangue all'apparato digerente rallenta con un conseguente rallentamento anche della digestione.

Se desideri rilassarti con un bagno o fare la doccia dopo cena, aspetta almeno 1-2 ore, oppure immergiti nella vasca prima di sederti a tavola.

Una buona digestione garantisce all'organismo l'assorbimento fisiologico di tutti i principi nutritivi che introduciamo attraverso l'alimentazione. 

Abitudini che impediscono il normale svolgimento di questo processo, possono  causare problemi digestivi che si manifestano attraverso numerosi disturbi come acidità e bruciore di stomaco, reflusso, gonfiore addominale, stanchezza, cefalea e stipsi.