Gli occhi sono una parte molto delicata del nostro corpo e bisognerebbe averne sempre cura, soprattutto prestando attenzione all'igiene quotidiana, evitando di strofinarli spesso e preferendo prodotti per il makeup, se sei una donna, privi di sostanze irritanti e nocive. 

Può capitare però di contrarre qualche infezione ai danni di questo organo così prezioso: la più comune è  l'orzaiolo, da non confondere con il calazio.

Il  calazio   è una piccola formazione granulosa che compare sulla palpebra in seguito ad una  ostruzione del dotto escretore dell ’occhio:  è molto fastidioso, ma non doloroso e inoltre non è di origine infettiva anche se può essere causato da un orzaiolo cronicizzato che ha colpito la  ghiandola di Meibomio , posta nella parte interna della palpebra.

L orzaiolo al contrario è un infiammazione dell ’occhio  molto dolorosa, determina un rigonfiamento della palpebra interessata, ed è causato da una infezione batterica , in genere sostenuta dallo stafilococco, che colpisce le ghiandole sebacee alla base delle ciglia sia internamente (Ghiandola di Meibomio) che esternamente (Ghiandola di Zeis)

L' orzaiolo  anche se è fastidioso, in genere guarisce spontaneamente o con l’ausilio di pomate oftalmiche da applicare localmente. Non è assolutamente raccomandabile strizzare l’orzaiolo né sottoporlo a nessun tipo di manipolazione, poichè aumenterebbe il rischio di propagare l’infezione. 

Inoltre in presenza di un orzaiolo , per evitare il contagio è opportuno l’utilizzo di un asciugamano pulito e personale o ancora meglio, l’uso di garze monouso per asciugare l’ occhio interessato dall’orzaiolo ogni volta che viene lavato.

Loading...

Rimedi naturali per la cura dell’orzaiolo

Curcuma

La curcumaè una spezia dalle molteplici virtù benefiche. Versane un cucchiaino in due tazze di acqua e fai bollire fino a che la miscela non si sia ridotta a circa la metà. Poi filtra il liquido e usalo come collirio.

Uovo sodo

Cuoci un uovo in acqua bollente, lascialo stiepidire leggermente, poi avvolgilo in un panno pulito e posizionalo sull'occhio interessato dall’ orzaiolo . Questo antico rimedio della nonna può essere molto efficace per evitare che la palpebra si gonfi. 

Patata

Riduci una patata in poltiglia ed applicala sull' orzaiolo usando un panno pulito. Attenzione alla temperatura che non deve essere troppo alta.

Foglie di menta

La menta è rinfrescante e dà un grande sollievo: spezzettane alcune foglie e mettile sull'occhio, poi risciacqua accuratamente e asciuga con una garza pulita.

Sale

Anche se può sembrare strano, il sale è un ottimo rimedio naturale per il trattamento dell’orzaiolo . Sciogliene una piccola quantità in mezzo bicchiere d’acqua e passa la soluzione sulla palpebra, aiutandoti con una garza.

Cetriolo

Il cetriolo è astringente; metti una fettina sull' occhio infiammato e in brevissimo tempo il dolore e il gonfiore spariranno.

Saliva

Il rimedio più semplice ed economico in assoluto! Usa un po' della tua saliva per inumidire il palmo della mano e poi premilo sull'occhio, per avere immediato beneficio.

Guava

Se ne hai la possibilità, preleva una foglia dall'albero di guava, scaldala e mettila sull'occhio avvolta in un panno pulito.

Aloe vera

Le foglie di aloe vera producono una sorta di gel, se vengono spezzate. Prelevane un po' con un cotton fioc e mettilo sull' orzaiolo per alleviare il dolore.

Coriandolo

Fai bollire un cucchiaino di semi di coriandolo in una tazza d'acqua e poi usala per lavarti gli occhi.

Allume

Anche l'allume è un ottimo prodotto per lavare l'occhio colpito dall’orzaiolo. Basta discioglierne due o tre granuli nell'acqua e applicarlo sull’occhio con della garza o un panno pulito.