Forse non tutti sanno che circa il 65% dei prodotti ortofrutticoli che acquistiamo contengono tracce di pesticidi utilizzati durante la coltivazione, anche se l’aspetto a volte può essere ingannevole. Se non hai la possibilità di preferire cibi biologici esistono molti metodi per pulire la tua frutta e verdura da queste sostanze nocive , alcuni dei quali rintracciabili anche nei supermercati. Se queste tecniche però non ti soddisfano puoi provare a rimuovere i pesticidi comodamente nella tua casa, utilizzando il prodotto naturale più efficace che sicuramente avrai nella dispensa: l’aceto bianco

Per iniziare facciamo chiarezza sugli alimenti che più degli altri potrebbero contenere tracce di pesticidi : patate, fragole, uva, piselli, mele, spinaci, sedano, peperoni, pomodorini. Anche l’avocado potrebbe contenere tracce ma in quantità molto più bassa, riprova di quanto sia uno degli alimenti più salutari.

Come rimuovere le tracce di pesticidi dagli alimenti

Prendi un bel contenitore grande in grado di contenere tutta la quantità di frutta e verdura e miscela in esso il 90% di acqua con il 10% di aceto bianco. Lascia i prodotti a mollo per 20 minuti, facendo attenzione alla frutta più debole (come ad esempio il mirtillo) che non dovrebbe restare per più di questo tempo. Poi risciacqua accuratamente con dell’acqua fredda. Alcuna frutta come ad esempio la fragola, ha una superficie porosa quindi è sconsigliabile il trattamento poiché potrebbe rovinarne il sapore ed addirittura eliminarlo. 

Per rimuovere l’odore di aceto puoi utilizzare acqua con limone.

Per aumentare l’efficacia puoi anche utilizzare acqua salata.

Loading...

Noterai alla fine che nel tuo contenitore saranno rimaste delle tracce strane, i resti dei pesticidi che hai eliminato con l’aceto bianco. Purtroppo a volte risulta molto difficile rimuovere manualmente i residui nascosti nelle fessure e nelle pieghe degli alimenti, ma con questa tecnica riuscirai a pulire la tua frutta e verdura per almeno il 70%, ottenendo grandi benefici per la salute.