Spesso si è portati a pensare che un regime alimentare vario, equilibrato e sano offra notevoli benefici solo al nostro corpo senza tuttavia prendere in considerazione il fatto, che per stare bene davvero anche la mente deve essere coinvolta nelle nostre abitudini alimentari.

L’idea di una mente sana in un corpo sano , ha senso quando si comprende davvero che siamo ciò che mangiamo, e che l’ alimentazione influenza non solo la salute del corpo ma anche quella del nostro umore.

Il consumo abituale di alcuni alimenti, anche se non ce ne rendiamo conto, causa stress e ansia e questo interferisce negativamente anche sul nostro stato d’animo, facendoci sentire nervosi, stanchi o demotivati.

Ma quali sono le abitudini alimentari che causano ansia e stress?

Dipendenza da caffeina

Può sembrare strano, dal momento che per molti il caffè rappresenta una bevanda, che aumenta il livello di attenzione, mantiene svegli, vigili e reattivi. Purtroppo però la caffeina può avere effetti negativi per il cervello e può provocare ’dipendenza’ per cui sembra quasi impossibile affrontare la giornata senza consumarne. Inoltre in assenza di caffè si abbassano i livelli di serotonina provocando ansia, irritabilità e difficoltà di concentrazione.

Troppo zucchero

Non solo lo zucchero che mettiamo nel cappuccino o nel tè, ma anche quello che assumiamo attraverso le bevande gassate, succhi di frutta e dolci, è nocivo se assunto in dosi eccessive.

Lo zucchero  infatti interferisce con la produzione di serotonina, un neurotrasmettitore strettamente collegato con l’umore e le emozioni. Livelli di serotonina bassi possono causare disturbi come la bulimia , comportamenti aggressivi e depressione .

Loading...

Bevande alcoliche

Sono in molti a pensare che bere alcolici possa aiutare a superare stati d’ansia o depressione, senza considerare però le conseguenze che un abitudine come questa comporta. L’alcool agisce come una sostanza stimolante che sopprime a livello centrale la produzione di glutammato, anch’esso un neurotrasmettitore di tipo eccitatorio, ed è per questo che a seguito di una sbronza le azioni, i pensieri e le parole appaiono rallentati.

Più si consumano alcolici e più gli effetti sono pericolosi, in quanto il soggetto può assumere atteggiamenti aggressivi e impulsivi.

Cibi fritti

Nessuno riesce a rinunciare ad una bella porzione di patatine fritte, ma l’abuso dei cibi fritti sembra essere correlato a stati d’ansia e al tono dell’umore.

Non tanto per gli alimenti in se, quanto per la presenza di alcune sostanze contenute negli oli per frittura o che vengono liberate durante questo tipo di cottura.

Troppo sale

Consumare alimenti particolarmente salati, sia confezionati che preparati in casa, oltre a far male alla salute del cuore e dei reni, può causare anche disturbi di comportamento quali aggressività, affaticabilità, sentimenti di risentimento e ostilità. Fai sempre attenzione all’utilizzo del sale nella dieta, e non superare le dosi consigliate dagli esperti e dai nutrizionisti.

Saltare la prima colazione

E’ vero, spesso la mattina non abbiamo a disposizione molto tempo per fare colazione. Ma è importanti magari svegliarsi un quarto d’ora prima e non saltare quello che è l’appuntamento più importante della giornata: la colazione.

Il tuo cervello dovrà ’lavorare’ e se non ha abbastanza energia per farlo sono guai! Ti stancherai più facilmente e questo può crearti ansia e stress perchè non riesci a fare quello che dovresti, nel modo migliore.

Se hai trovato utile questo articolo condividilo con i tuoi amici!