Al giorno d’oggi nessuno di noi può più fare a meno del telefono cellulare, né di tutti gli altri dispositivi tecnologici che sono entrati a far parte della nostra vita e sono indispensabili tanto per il lavoro che per le incombenze quotidiane. Ma sei davvero consapevole dei rischi che corri?

Già dalla fine degli anni Novanta studiosi ed esperti stanno conducendo degli esperimenti per cercare di capire quale potrebbe essere l’impatto dell’uso del telefono cellulare sul nostro corpo . Anche se al momento non esiste una conclusione certa, poiché siamo ancora nel campo delle ipotesi, alcune conclusioni a cui sono giunti gli scienziati sono tutt’altro che rassicuranti .

Fonte:.consumerreports.org

L’ente che si occupa di queste ricerche è lo IARC (International Agency for the Research on Cancer) che ha promosso uno studio chiamato  “Interphone study”. Sono state analizzate le abitudini di un campione di persone nell’arco di alcuni anni per scoprire in che modo l’uso del cellulare influenzasse il loro stato di salute. 

Alla fine è risultato che chi usa il cellulare per più di due ore al mese ha maggiori percentuali di ammalarsi di una grave forma di tumore al cervello, il “glioma” . Pensa a quante ore passi tu al cellulare!

Questo risultato viene confermato dal parere della dottoressa Devra Davis , una delle massime ricercatrici al mondo in materia di conseguenze dell’uso di telefoni cellulari e smartphone. La dottoressa dice che, di fatto, i telefonini emettono delle radiazioni, microonde che danneggiano i nostri tessuti e sono ancora più nocive per i bambini, la cui scatola cranica non è ancora perfettamente formata.

Fonte: magazine20.com share

E non è solo il cervello a correre dei rischi: la dottoressa Davis dice anche che le microonde dei telefonini cellulari possono influenzare la fertilità maschile , rallentando gli spermatozoi, e possono danneggiare in modo grave il feto nel grembo materno, inducendo addirittura ad alterazioni del DNA.

Lo scenario dipinto è preoccupante, ma si fa quasi apocalittico se si passa a considerare il cosiddetto  “inquinamento elettromagnetico” nel quale tutti, volenti o nolenti, viviamo immersi.

Le radiazioni elettromagnetiche che permeano le città in cui viviamo penetrano il nostro corpo provocando varie malattie ; secondo l’ epidemiologo Sam Milham sono addirittura tra le cause del diabete, del cancro, di disturbi cardiovascolari e possono spingere al suicidio.

Fonte: puretalkusa.com share

Detta così verrebbe voglia di scappare su un’isola deserta o  di ritirarsi sulla vetta più alta per cercare di salvarsi la vita, ma ovviamente vanno evitati gli allarmismi e vanno solo adottate alcune norme legate al buonsenso che possono aiutare a minimizzare i rischi legati all’uso dei dispositivi tecnologici che, nel bene o nel male, fanno parte della nostra quotidianità. Ecco quali sono i consigli degli esperti .

  • Non lasciare che i tuoi figli usino il telefonino : le ossa del cranio sono sottili e le radiazioni per loro sono ancora più nocive che per noi adulti. Fino ad una certa età potranno farne tranquillamente a meno.
  • Spegni il telefonino ogni volta che puoi : se non attendi telefonate importanti e durante la notte, spegni il tuo dispositivo. Non dormire mai con il telefonino sotto al cuscino o sul comodino e non portarlo addosso.
  • Usa il meno possibile la rete wi-fi , spegnila ogni volta che non la usi.
  • Rispetta il prossimo : nei luoghi pubblici cerca di evitare di usare il tuo telefono perchè possono esserci persone particolarmente sensibili alle sue radiazioni.
  • Non pensare che alcuni telefoni siano meglio di altri:  dal punto di vista della tua salute sono tutti uguali.
  • Non usare il telefono se c’è poco campo : cercando la rete emette ancora più radiazioni.
  • Privilegia sempre l’uso delle cuffie , indossale sempre e non solo in macchina (dove sono obbligatorie).
Fonte: huffpost.com share

Oltre a questi consigli, che riguardano nel dettaglio telefonini e smartphone, ci sono anche altri accorgimenti generali che possiamo seguire:

  • non tenere il pc portatile in grembo;
  • usa schermi piatti o LCD poichè le loro emissioni elettromagnetiche sono inferiori a quelli di tipo tradizionale;
  • non usare coperte elettriche o materassi ad acqua;
  • se vivi vicino ad una centralina elettrica, o ad un ripetitore, o a cavi della luce, valuta l’ipotesi di trasferirti;
  • cammina a piedi nudi sull’erba ogni volta che puoi : aiuta a scaricare l’energia elettrostatica in eccesso nel nostro corpo;
  • usa lampade di sale dell’Himalaya e candele di cera d’api vicino ai dispositivi elettromagnetici perchè riducono il loro influsso negativo;
  • se il microonde è in funzione allontanati di almeno mezzo metro.

Non possiamo buttare via telefonini, tablet, smartphone e computer, ma abbiamo il dovere di prenderci cura di noi stessi e dei nostri figli . La tecnologia è molto utile ma, come ogni altra cosa, va usata con parsimonia, moderazione ed intelligenza. Spegni il tuo telefono ogni tanto e vai a fare una bella passeggiata all’aria aperta! Noterai da solo quanto questo fa bene al tuo corpo, e al tuo spirito.