Quando siamo bambini, una delle prime cose da “grandi” che impariamo a fare è camminare . Da quel momento camminare diventa un’operazione istintiva su cui non riflettiamo più. Invece potresti capire se c’è qualcosa che non va nella tua salute osservando il modo in cui cammini.

Difatti quando muovi dei passi usi tanto il tuo sistema muscolare , che nervoso , che scheletrico . Quindi capisci che è un’azione solo un apparenza semplice, ma in realtà molto complessa. A volte ti potrebbe capitare di notare, su te stesso o su qualcuno che hai vicino, degli atteggiamenti ”strani“. Non ignorarli.

Queste “stranezze” nella camminata potrebbero infatti essere segnale di qualcosa di serio . Ecco 7 segnali a cui dovresti fare attenzione, e cosa potrebbero voler dire.

CARICHI IL PESO SU UNA GAMBA SOLA

Fonte: brightside.me

Potresti notare che quando cammini tendi a caricare il peso del corpo su una sola gamba , e non a distribuirlo in modo uniforme come dovresti. Ciò potrebbe essere il sintomo dell’artrite al ginocchio, che ti spinge a non caricarlo troppo. 

Dovresti subito farti vedere da un dottore , perchè nel momento meno opportuno la gamba potrebbe fare “cilecca” e tu potresti cadere.

POGGI I PIEDI PESANTEMENTE

Fonte: brightside.me

Ti potrebbe capitare di notare che quando metti a terra il piede, anzichè posarlo gentilmente, tendi a sbatterlo sul pavimento. Ciò potrebbe indicare dei problemi alla schiena , qualche malfunzionamento di tipo neurologico, o anche qualcosa di più serio come la sclerosi multipla.

CAMMINI LENTAMENTE

Fonte: brightside.me

Se vedi che cammini più lentamente degli altri, e non ci sono impedimenti fisici che causano questa lentezza, il problema potrebbe essere uno stato depressivo . Anche una persona molto triste cammina piano: puoi aiutarla camminando al suo fianco e aiutandola ad accelerare il ritmo , perchè questo migliorerà anche il suo umore.

FAI PASSI CORTI

Fonte: brightside.me

Se quando cammini non fai ampie falcate, ma passetti brevi, potresti avere qualcosa che non va alle ginocchia o ai fianchi . Fatti vedere da un ortopedico o potresti iniziare a soffrire di dolore nella parte bassa della schiena per via della cattiva postura che assumi camminando.

NON COMPI MOVIMENTI AMPI CON LE BRACCIA

Fonte: brightside.me

Quando muovi un passo con la gamba destra il tuo corpo automaticamente, per ristabilire l’equilibrio, ti fa spostare il braccio sinistro in avanti. Se noti però che questo movimento è poco ampio e appena accennato, potrebbe indicare qualche problema alla schiena e alla spina dorsale.

CAMMINI INCLINATO DA UN LATO

Fonte: brightside.me

Quando vedi una persona che cammina un po’ “sbandando”, pensi subito che è ubriaca ! Potrebbe però anche aver subito un colpo alla testa e aver riportato dei danni: meglio andare da un medico se non si è bevuto!

CAMMINI “MOLLEGGIANDO”

Fonte: brightside.me

Può capitare alle donne che camminano con i tacchi, o se si hanno i muscoli dei polpacci un po’ rigidi, di camminare flettendosi eccessivamente sulle gambe e dando l’impressione di “molleggiare”. Questo tipo di camminata alla lunga può creare danni alle caviglie o alle ginocchia : meglio fare un po’ di esercizio o addirittura fisioterapia.

In conclusione, un piccolo suggerimento: quando scendi le scale fletti leggermente le ginocchia, aiuterà la tua stabilità e la tua spina dorsale.

Esaminando 34.485 persone con oltre 65 anni di età è stato provato che chi cammina velocemente vive più a lungo: ricorda quindi che una camminata veloce allunga la vita!