Il mal di schiena è una condizione patologica comune, infatti fino alll'80 per cento degli adulti ne soffre. Gli esperti affermano infatti, che è il secondo motivo più frequente che induce chi ne è affetto, a recarsi dal proprio medico, dopo l'influenza e il raffreddore. Tuttavia generalmente il dolore regredisce spontaneamente o con l'ausilio di farmaci analgesici e antinfiammatori e qualche giorno di riposo. Se questo non avviene, e la situazione persiste per più di due mesi, è necessario consultare uno specialista per le indagini del caso.  Per poter mettere in atto una strategia preventiva e ricevere trattamenti mirati, è fondamentale però conoscere i fattori di rischio che lo determinano. Nella maggior parte dei pazienti, per fortuna,  il dolore è causato da tensione muscolare. Le alterazioni degenerative nelle ossa, nelle articolazioni e nei legamenti, dovute per lo più all'età, possono contribuire alla sintomatologia dolorosa e vanno valutate caso per caso, attraverso indagini diagnostiche più approfondite. (Radiografie, Risonanza Magnetica, MOC ecc), così come eventuali fratture vertebrali, crolli vertebrali o ernie discali che possono determinare la compressione dei nervi. Ma quali sono i fattori di rischio? Nonostante la colonna vertebrale sia un sistema molto complesso di ossa, legamenti, nervi e altri tessuti, è possibile mantenerla sana, basta seguire una lista di raccomandazioni, in cima alla quale è presente fondamentalmente l'esercizio fisico. I fattori di rischio sui quali possiamo intervenire sono rappresentati dall'obesità, dal fumo che riduce l'afflusso di sangue alle ossa, e dalla postura soprattutto quando si lavora seduti al computer o si sollevano oggetti pesanti, in questo caso ricorda di fare leva sulle gambe flettendole, e non sulla colonna. Importante quindi condurre uno stile di vita sano,cercando di mantenere il peso corporeo entro certi limiti, poichè è risaputo che i chili in eccesso sottopongono la colonna vertebrale ad un ulteriore stress e affaticamento, e favoriscono l'avanzamento dei cambiamenti degenerativi. Di seguito un elenco di 9 consigli per prevenire problemi alla schiena, raccomandati dalla North American Spine Society:

  • Regolare esercizio fisico
  • Non fumare
  • Mantenere il peso forma
  • Rinforzare la muscolatura della schiena
  • Rispettare la meccanica del corpo secondo le linee guida, quando ti pieghi, ti alzi o ti allunghi
  • Controllare e modificare la postura quando lavori al computer o usi il cellulare o il tablet
  • Ridurre lo stress
  • Assumere se necessario integratori alimentari come il calcio e la vitamina D per mantenere le ossa forti.
  • Non esagerare, se non allenato, con l'attività fisica che richiede sforzi a cui non siete abituati.