La primavera è forse la stagione più attesa, chiude le porte al grigiore dell’inverno per spalancarle a giornate più calde e al risveglio della natura che, con i colori accesi dei suoi fiori, riempie di allegria le giornate. Ma purtroppo non è così per tutti. La primavera infatti per alcuni è sinonimo di allergie. Ed ecco che si inizia a starnutire ripetutamente, gli occhi si gonfiano e cominciano a lacrimare, compaiono congiuntiviti e arrivano tossi stizzose talvolta asmatiche. Le belle giornate primaverili diventano così vere e proprie giornate da incubo e si aspetta con ansia la fine della primavera per tornare a vivere in tranquillità. Certo quando si sa di avere una determinata allergia la prima soluzione sembra essere quella di intervenire con vaccini o antistaminici che sembrano sì funzionare, ma alla fine vanno a ledere le capacità delle nostre difese immunitarie praticamente...narcotizzandole, allora perché non provare rimedi naturali?

La natura come sempre ci offre una vasta gamma di soluzioni, basta guardarsi intorno per vedere che sono a portata di mano, ma spesso, erroneamente, non vengono prese in considerazione.

 

Oggi voglio parlarvi della perinilla, una pianta di origine asiatica molto apprezzata per contrastare i disturbi allergici poc’anzi descritti. E’ bene sapere infatti che nei suoi semi sono

concentrate elevate quantità di flavonoidi che contribuiscono notevolmente a contenere il rilascio di istamina nel nostro organismo. L’istamina è una proteina che a contatto con allergeni provoca congestione nasale, congiuntiviti, dermatiti e tutte quelle tipiche reazioni allergiche di stagione. L’azione della perinilla consiste nel riequilibrare la risposta immunitaria dell’organismo e per questo definito “antistaminico naturale” che però non apporta alcun effetto collaterale. E’ possibile assumerla in perle di olio nella misura di 2 al giorno, vedrete con i vostri occhi come il naso di decongestiona facilmente e la respirazione diviene più facile, ma vedrete anche che tutto ciò avverrà senza avere la sonnolenza tipica degli antistaminici convenzionali. E’ possibile utilizzare anche i semi di perinilla, usati per condire insalate o in aggiunta a yogurt sono una fonte infinita di Omega 3-6-9, ma al contrario di molti semi sono del tutto privi di colesterolo. La loro funzione armonizzante degli anticorpi sarà visibile sin da subito. Sia le perle che i semi di perinilla saranno facilmente reperibili in una qualsiasi erboristeria o negozio di cibi naturali.

Ultima novità: sembra che l’Argento Colloidale Elettrolitico (ACE) abbia ottimi risultati nella prevenzione dei disturbi allergici primaverili, spruzzato direttamente sulle narici, assunto per aerosol o ingerito direttamente, aiuta a contenere le reazioni allergiche stagionali. E’ opportuno però rivolgersi ad un naturopata per le posologie.