L'onicomicosi è la tipica malattia delle unghie, che colpisce soprattutto i piedi. Si tratta di un’infezione da parte di un fungo (micete) che aggredisce una o più unghie del piede. E' facilmente riconoscibile visto che si manifesta con una macchiolina di colore giallastro o biancastro sotto la parte iniziale dell'unghia. Se si diffonde, le fa ispessire fino a farle poi sbriciolare a cominciare dai lati.

Dal momento che l’infezione se non curata continua ad espandersi, è opportuno rivolgersi al proprio medico non appena si nota quella piccola macchiolina sotto la punta delle unghie, per poter intervenire immediatamente.

Identificare l’infezione e la sua causa è essenziale per stabilire la terapia più idonea al proprio caso. Gli specialisti da consultare quando si sospetta l'onicomicosi sono i podologi e i dermatologi.

Fate quindi attenzione a questi 5 sintomi:

  1. unghie più spesse del normale

  2. unghie opache (non lucide)

  3. unghie fragili, friabili, e frastagliate

  4. unghie di colore scuro per via dei frammenti che vi si accumulano sotto

  5. unghie che presentano deformazioni

La causa della onicomicosi

La causa dell'onicomicosi è l'attacco e il proliferare dei funghi del gruppo dei dermatofiti, lieviti e muffe. Si tratta di organismi che vivono in ambienti caldi e umidi come le docce e le piscine. Possono penetrare nell'unghia attraverso piccoli tagli o nella leggera separazione presente fra l’unghia ed il suo letto ungueale. Questi funghi proliferano solo se le unghie sono continuamente esposte all’umidità. Per questo le micosi si riscontrano soprattutto alle unghie dei piedi, spesso chiusi nelle scarpe, un ambiente buio, caldo e umido.

Cure e rimedi medicinali per la micosi alle unghie del piede

  • Farmaci

    Per curare l'onicomicosi esistono in commercio apposite creme antimicotiche, ma anche gel, spray e unguenti. E poi fondamentale cercare di tenere sempre puliti e asciutti i piedi. Vi sono anche dei farmaci da assumere per via orale, che però vanno prescritti dal medico

  • Smalto antimicotico

    Lo smalto antimicotico va bene se l’infezione è lieve o moderata. Va applicato sulle unghie infette ma anche sulla pelle circostante almeno una volta al giorno. Passata una settimana di trattamento si toglie completamente l’alcool e si procede ad un nuovo ciclo di applicazioni. Per un risultato definitivo è necessario applicare lo smalto per 1 anno.

  • Intervento chirurgico

    Quando l'infezione è grave, estesa e molto dolorosa l'intervento chirurgico è la soluzione migliore. Essa prevede la rimozione dell’intera unghia, in modo tale che la stessa possa ricrescere sana. A volte si abbina all’intervento una cura per il letto ungueale.

  • Terapia fotodinamica

    Viene usata per irradiare con un raggio laser l’unghia precedentemente trattata con un acido.

  • Piante medicinali

    Alcune piante medicinali come l’albero del tè e la calendula hanno un forte effetto antimicotico, antisettico, cicatrizzante. Per questo è indicato per curare infezioni come le micosi dei piedi e delle mani, ma anche la candidosi vaginale, l'acne, le punture d’insetto e altro ancora. La posologia e le modalità d'uso devono essere consigliate dall'erborista.

I rimedi naturali

Esistono metodi naturali inn grado di migliorare o risolvere il problema dell'onicomicosi. Vediamone alcuni:

  • L’Aceto

    Questa sostanza è in grado di inibire la proliferazione di alcuni ceppi di batteri E' sufficiente fare un pediluvio di 15-20 minuti diluendo in 2 di acqua tiepida 1 parte d’aceto e poi risciacquare e asciugare molto bene i piedi. Fatelo una volta al giorno.

  • Vicks VapoRub

    Pare che il classico Vicks sia efficace come rimedio ma, per i tempi e il modo di applicazione è opportuno consultare il medico.

  • Altri rimedi naturali

   Sono il limone da spremere sulla zona e lasciar asciugare lentamente, l’aglio da strofinare sulla zona infetta e quella circostante, la camomilla da usare per fare un pediluvio con infuso concentrato per 5 minuti, il sale da preparare in una pasta di      bicarbonato di sodio con acqua da applicare poi ogni giorno sulle zone colpite, lasciar asciugare e risciacquare.

Consigli per la prevenzione della micosi alle unghie

  • Tenere le unghie corte, ben asciutte e pulite, tagliate con forma squadrata e limate nelle zone ispessite.

  • Evitare di tagliare o strappare la pelle intorno alle unghie, poiché i microrganismi responsabili della micosi riescono a penetrare nella pelle e sotto le unghie.

  • Non camminare scalzi nei luoghi pubblici ma usare le ciabatte, utilizzare sempre asciugamani e tappetini personali, lavarsi con saponi allo zolfo, al propoli o al tè.

  • Non usare le spugne e non lavare troppo spesso le unghie infette.

  • Non usare smalto né unghie finte sopra l'infezione poiché potrebbe aggravarsi.

  • Lavare bene le mani dopo aver toccato un’unghia con micosi per evitare il contagio sulle altre unghie

  • Indossare calze e scarpe adatte che non facciano sudare eccessivamente i piedi.