Diventare vegetariani è una scelta sempre più diffusa. Vi siete mai chiesti perché le persone si avvicinano a questo stile di vita? Se siete curiosi di sapere i motivi per cui intraprendere questa strada o se ci state pensando voi stessi, continuate a leggere per saperne di più. 

1. Riduce il rischio di malattie cardiache  

Diventare vegetariani permette di assumere meno grassi saturi e colesterolo perché le piante contengono una quantità maggiore di sostanze nutritive rispetto alla carne. I vegetariani quindi hanno un rischio del 24% più basso di morire a causa di cardiopatie paragonati agli onnivori. È stato dimostrato che consumare molta carne e ferro eme aumenta il rischio di malattie cardiache del 50% fra i diabetici. E c’è di più: è stato notato che i pazienti che seguono una dieta vegetariana con pochi grassi hanno ottime possibilità di guarire dalle cardiopatie coronariche. 

2. Prevenzione del cancro  

Diversi studi hanno dimostrato che chi evita la carne ha un rischio di gran lunga inferiore di sviluppare un tumore. La carne è priva di fibre e altre sostanze nutritive che hanno un effetto protettivo sul corpo. Inoltre contiene proteine animali, grassi saturi e, in alcuni casi, composti cancerogeni come ammine eterocicliche e idrocarburi policiclici aromatici che si formano in fase di cottura. 

Le ammine eterocicliche si formano quando cuociamo la carne ad alte temperature e gli idrocarburi policiclici aromatici invece mentre si bruciano sostanze organiche. Entrambi i composti aumentano il rischio di avere il cancro. Come se non bastasse, l’alto contenuto di grassi della carne e di altri prodotti animali incentiva la produzione di ormoni e quindi aumenta il rischio di tumori come al seno e alla prostata. Diventare vegetariani offre una sorta di protezione contro questo pericolo grazie al consumo di cibi ricchi di fibre quali cereali, legumi, verdure e frutta. 

Una maratoneta, Ruth Heidrich è uno degli esempi viventi di come diventare vegetariani aiuti in questi casi. È passata a una dieta vegetariana dopo che le hanno diagnosticato il cancro al seno. Non solo ha sconfitto il tumore ma ha continuato a vincere premi e a essere una triatleta di successo. 

3. Fa dimagrire  

In media, i vegetariani sono più magri degli onnivori. Il tasso di obesità in quest’ultima categoria di persone è altissimo, mentre nei vegetariani va dallo zero al sei percento. Diventare vegetariani mangiando cibi poveri di grassi e tanta verdura, frutta, cereali e legumi e allenarsi ogni giorno è la combinazione perfetta per perdere peso. 

4. Rallenta il processo d’invecchiamento  

È stato dimostrato che i vegetariani vivono di più degli onnivori, anche sei anni. Una dieta vegetale ricca di fibre, fitonutrienti, antiossidanti, vitamine e minerali rafforza il sistema immunitario e rallenta il processo d’invecchiamento. 

5. Permette di evitare alimenti tossici 

La carne contiene sostanze nocive come ormoni, pesticidi, erbicidi e antibiotici. Poiché sono tutte liposolubili, si concentrano nella parte grassa degli animali. Per non parlare poi di virus, batteri e parassiti come la salmonella, la trichinella e altri vermi e i parassiti della toxoplasmosi. 

6. Riduce il riscaldamento globale  

Il bestiame produce più gas serra di tutte le auto e i camion del mondo messi assieme. Va da se che diventare vegetariani è l’unico passo sensato per ridurre il riscaldamento globale. 

7. Gli esseri umani sono vegetariani per natura  

I nostri denti sono perfetti per masticare verdure e cereali, non per fare a pezzi la carne animale. Allo stesso modo, le nostre mani sono state create per la raccolta, non per squarciare la carne. La nostra saliva contiene l’enzima α-amilasi, il cui unico scopo è quello di digerire i carboidrati complessi dei vegetali. Una prova lampante è che quest’enzima è assente nella saliva dei carnivori. In sostanza abbiamo tutto ciò che serve per consumare prodotti vegetariani e niente per la carne. 

8. Contro la fame nel mondo 

Ogni giorno quarantamila bambini muoiono di fame. Usiamo i raccolti che potremmo destinare a chi non ha abbastanza cibo per ingrassare gli animali che poi mangiamo. Se ogni persona sulla Terra ricevesse il 25 percento delle calorie necessarie da fonti animali, verrebbero nutrite solo 3,2 miliardi di persone. Se invece fossimo tutti vegetariani , ci sarebbe abbastanza cibo da sfamare l’intera popolazione mondiale di più di 6, 3 miliardi di persone. 

9. Per empatia verso gli animali  

Gli animali della fattorie oggi non hanno nessuna protezione legale contro la crudeltà, al contrario di cani e gatti. Eppure non sono meno intelligenti di loro e sentono comunque il dolore. Diventare vegetariani risveglia la nostra compassione e ci guida verso una società più nobile in cui la nostra scelta morale diventa proteggere gli animali e non sfruttarli. 

10. La cucina vegetariana è variegata, colorata e deliziosa 

I piatti vegetariani sono gustosi, veloci e facili da fare. Inoltre, potete sostituire le ricette onnivore che amate con alternative vegetali grazie ai numerosi libri di cucina esistenti. E ormai i supermercati si sono attrezzati per offrire prodotti che ricordano la carne per gusto e consistenza, come burger, affettati, polpette e così via.