Le statistiche dimostrano che 9 persone su 10 mangiano il cioccolato, rendendolo uno degli alimenti più consumati e desiderati. Secondo i ricercatori del Louisiana State University nel nostro organismo sono presenti alcuni batteri capaci di "nutrirsi" del cioccolato per poi trasformarlo in composti antiossidanti/antinfiammatori che rilasciano i loro benefici sulla salute in generale e in particolar modo su quella di cuore e arterie.

Questo studio, effettuato da alcuni ricercatori sotto la supervisione del dottor John Finley, testava diverse polveri di cacao su di un modello del tratto digestivo riprodotto in vitro, che ne simulava appunto il processo digestivo, dimostrandone come il risultato dei suoi composti non digeribili sottoposti alla fermentazione anaerobica dei batteri intestinali, potessero apportare benefici all'organismo per le loro proprietà.

Maria Moore, coautrice della ricerca, al comunicato LSU spiega : 
«Abbiamo scoperto che ci sono due tipi di microbi nell'intestino: quelli buoni e quelli cattivi. Quelli buoni, come Bifidobacterium e i fermenti lattici, vanno a nozze con il cioccolato. Quando si mangia cioccolato fondente, questi crescono e fermentano, producendo composti che sono antinfiammatori »

Il dottor Finley ha sottolineato quanto fossero ricche di sostanze antiossidanti , composti polifenoli e poca fibra, le polveri di cacao, ed ha dichiarato:
«Quando questi composti vengono assorbiti dal corpo, riducono l'infiammazione del tessuto cardiovascolare, riducendo il rischio a lungo termine di ictus», infine i benefici sono maggiori se il cioccolato fondente viene assunto assieme a frutta come melograni o bacche di Acai, per poterne sfruttare le proprietà dei PREBIOTICI. 

Loading...

Insomma, il cioccolato entro certi limiti, fa davvero bene al cuore in tutti sensi!