Farmaci: errori che ne compromettono gli effetti

Come ben saprai se sei un fedele lettore delle nostre pagine, noi cerchiamo sempre di consigliarti delle cure naturali, fin quando è possibile, e di evitare di assumere farmaci se non è strettamente necessario. Ciò non toglie però che ci sono dei  casi in cui seguire una cura farmacologica è necessario.

Se il tuo medico ti prescrive una terapia a base di farmaci per guarire da una malattia che hai contratto devi essere molto scrupoloso e seguire attentamente i suoi consigli. Ciononostante, per quanto stiamo attenti, a volte abbiamo degli atteggiamenti che rendono inefficaci le cure pur senza volerlo.

Si tratta di comportamenti che adotti senza pensarci ma che possono causare la recrudescenza della malattia! Per cui devi prestaci molta attenzione: noi ti elencheremo i più comuni, in modo che tu possa starne alla larga e così, la prossima volta che dovrai prendere delle medicine (speriamo il più tardi possibile!) saprai esattamente come comportarti e quali atteggiamenti devi evitare, e quali invece devi adottare.

RISPETTA GLI ORARI

Fonte: sympa-sympa.com

Prendere un farmaco sempre alla stessa ora, o quantomeno suppergiù, è importantissimo per garantirne l’efficacia. Questo è ancora più vero per gli antibiotici, che riescono a funzionare correttamente sull’organismo solo se assunti ad intervalli regolari.

Se devi prendere tanti farmaci segna gli orari su un calendario, sulla tua agenda, sullo smartphone: non prenderli a casaccio solo quando ti ricordi!

NON MISCHIARE LE MEDICINE

Fonte: sympa-sympa.com

Se il medico, prescrivendoti le varie terapie, non ti ha dato orari precisi (ad esempio, colazione, pranzo o cena) organizzati da solo. Non prendere mai due o più medicine tutte insieme solo per praticità: tra l’assunzione di un farmaco e l’altro lascia passare almeno 10 minuti. Altrimenti rischi di dare vita ad un mix pericoloso, o quanto meno inefficace!

BEVI SOLO ACQUA

Fonte: sympa-sympa.com

Il liquido che usi per mandare giù il farmaco che devi prendere influenza la sua azione, eccome. Spesso non ci pensi e inghiotti la pillola con quello che ti capita, ma la scelta migliore è sempre e soltanto l’acqua, se proprio non ce la fai a mandarla giù a secco.

Loading...

Evita assolutamente il caffè e la coca-cola, perchè nullificano i principi attivi dei medicinali; il the perchè ne ritarda l’assorbimento; il latte perchè ne rende più blando l’effetto e infine il succo di pompelmo perchè può modificare gli effetti del farmaco. 

STAI ATTENTO A QUELLO CHE MANGI

Fonte: sympa-sympa.com

Tanto quanto quello che bevi anche quello che mangi può modificare l’assorbimento di un medicinale. Soprattutto sono i cibi con molte fibre che rendono più difficoltoso l’assorbimento dei principi attivi dei farmaci e possono quindi nullificarne o diminuirne drasticamente l’efficacia.

Quando stai assumendo dei farmaci dovresti evitare di consumare: l’avena, il cavolfiore, i frutti rossi, le verdure di colore verde, la zucca, i legumi, i funghi e i cereali integrali.

NON INTERROMPERE LA TERAPIA

Fonte: sympa-sympa.com

Questo è un atteggiamento molto comune: quando si nota che la cura sta facendo effetto si smette di seguirla. Sbagliatissimo! La terapia va seguita per intero altrimenti non è efficace e il male si può ripresentare, anche più aggressivo di prima.

Segui sempre i consigli del tuo medico e la posologia che ti indica per l’assunzione dei farmaci se vuoi che le cure funzionino: non fare mai di testa tua!

Torna su