Menù

Due caffè al giorno riducono il rischio di impotenza

Shares
Read Carefully

La disfunzione erettile o impotenza, ossia l’incapacità di ottenere e mantenere l’erezione abbastanza a lungo per avere un rapporto sessuale soddisfacente, è la forma più comune di disfunzione sessuale tra gli uomini. Ora un nuovo studio condotto da alcuni ricercatori del Centro di Scienze della Salute presso l’Università del Texas a Houston (USA) ha concluso che bastano due caffè al giorno, o anche tè, bibite e bevande energetiche contenenti caffeina, per migliorare i problemi di impotenza. Il lavoro è stato pubblicato sulla rivista scientifica PloS One.

L’impotenza, per lo più causata da obesità, sovrappeso, diabete, colesterolo alto, pressione elevata o problemi psicologici, è stata il punto di partenza dello studio che ha rivisto la precedente ricerca sullo stato di salute maschile, includendo una analisi nutrizionale del programma National Health and Nutrition Examination Survey. Per portare a conclusione questa ricerca gli studiosi hanno richiesto la partecipazione di 3.724 uomini, di età superiore ai 20 anni e con problemi di impotenza. Di tutti i partecipanti, il 40,9% degli uomini erano in sovrappeso, il 30,7% erano obesi, il 51% aveva la pressione alta e il 12,4% era affetto da diabete.

I risultati dei test hanno rivelato che gli uomini che hanno consumato 85-170 milligrammi di caffeina al giorno, corrispondenti a 2 o 3 tazze di caffè, hanno riscontrato il 42% in meno di probabilità di andare incontro ad un episodio di disfunzione erettile o impotenza, rispetto a quelli che non hanno assunto nessuna quantità di caffeina o ne hanno consumato meno di 7 milligrammi al giorno. Questo indipendentemente dal loro stato di obesità o situazione di ipertensione cronica.

Tuttavia, nei diabetici la caffeina non ha prodotto lo stesso risultato. David Lopez a capo dell’equipe che ha condotto lo studio ha affermato: “Il diabete è uno dei maggiori fattori di rischio per la disfunzione erettile, quindi non è stato sorprendente riscontrare questi risultati”.

Sebbene il meccanismo che associa la caffeina alla riduzione del rischio di impotenza non sia ancora chiaro, i ricercatori ipotizzano che questa sostanza possa indurre una serie di effetti farmacologici, come il rilassamento delle arterie del pene e della sua muscolatura liscia cavernosa, aumentando così il flusso di sangue e permettendo l’erezione.

 

 

Loading...
Advertisement
Top