Menù

Infradito? No, grazie! Ecco perché fanno male ai piedi

Shares
Read Carefully

Un paio di infradito fa subito estate. Questo tipo di ciabatta è diventato un must have nel guardaroba femminile. Non solo vengono indossate in spiaggia, ma ogni donna ne possiede anche una versione più cool da sfoggiare di sera, magari in versione sandalo. Ma è proprio in questo periodo che ortopedici e traumatologi lanciano un allarme. Basandosi su diversi studi, tra cui quello condotto dalla Society of Chiropodists and Podiatrists della Gran Bretagna, il verdetto è che le infradito andrebbero indossate raramente. Infatti, lontane dall’essere comode, sono in realtà più pericolose di un tacco 12

La colpa sembra essere tutta della suola, priva di un supporto plantare e troppo bassa. Per evitare alla ciabatte di scivolare, il corpo modifica inconsciamente l’andatura della falcata, spostando il peso verso l’esterno, provocando l’infiammazione di vari tendini e muscoli del piede e del polpaccio. Inoltre, poiché le dita dei piedi si contraggono per tenere salda la presa, queste assumono una posizione detta “a tenaglia”, che alla lunga può provocare il problema del dito “a martello”. Questo, nei casi più gravi, può essere risolto solo chirurgicamente. Se indossate troppo a lungo, c’è anche il rischio dell’insorgenza di una tallonite. Tutto ciò si ripercuote sulla postura e sulla schiena.

Ma non è finita qui. Essendo, infatti, le infradito solitamente sprovviste di tacco, il piede è quasi a diretto contatto con il suolo e questo lo trasformerebbe in un ricettacolo di batteri, che possono anche provocare delle verruche. Per non parlare poi del rischio delle infezioni dovute allo sfregamento tra alluce e melluce. Tra l’altro, la maggior parte di queste ciabatte, soprattutto quelle estremamente economiche, sembra contengano nella plastica il BPA, una tossina che può provocare l’insorgenza di alcuni tipi di tumore. Ma il cinturino potrebbe anche contenere lattice, una sostanza a cui molte persone sono allergiche. Infine, a causa del continuo sfregamento con il materiale della suola, oltre a dolori e crampi, possono generarsi anche fastidiose vesciche e calli.

Se però siete dei fanatici delle flip flops, non disperate: ci sono comunque dei metodi per evitare tutti i problemi sopraelencati. Più che alla fantasia, dovreste badare al modello: scegliete sempre quello con un minimo di rialzo, in grado di distribuire in modo ottimale il peso del corpo. Evitate quelle più economiche, preferendo quelle con materiali certificati. Se usurate, buttatele e ricompratene di nuove, in modo da non squilibrare ulteriormente la vostra postura. E, soprattutto, cercate di indossarle poco, magari solo in spiaggia e non tutti i giorni!

 

 

Loading...
Advertisement
Top