Menù

Ipocondria: Cos’è E Come Contrastarla

Condivisioni
Leggi con attenzione

Hai mai pensato di essere ipocondriaco? Ti è già capitato di avvertire quella strana paura di avere qualche malattia grave? Ma fino a che punto questa paura può essere normale? In questo articolo voglio aiutarti a capire qualcosa di più sull’ipocondria.

Che cos’è l’ipocondria?

Anche se può sembrare un disturbo sciocco, l’ipocondria è un disturbo serio che influenza profondamente la vita delle persone che ne sono afflitte. È normale preoccuparsi per la propria salute, ma a volte questa preoccupazione risulta particolarmente accentuata. 

Lipocondriaco crede, senza alcun motivo particolare, di avere una grave malattia o di essere in punto di morte. Le persone affette da ipocondria avvertono sintomi, difetti e problemi fisici non reali e tendono ad esasperarli al punto da raggiungere un malessere psichico insopportabile.

L’ipocondria può essere associata a disturbo ossessivo-compulsivo ed ansia. Questa condizione si mnifesta con maggior frequenza nei soggetti che vivono in presenza di medici, test clinici, e ospedali.

Molte sono le persone che, nonostante stiano bene di salute, continuano a ricercare la malattia e sono noti come “maniaci della malattia”.

Quali sono i sintomi dell’ipocondria?

Sebbene la convinzione di essere malati sia genrata a livello psicologico, l’ipocondria può rivelare sintomi fisici come il mal di testa, i dolori addominali, il mal di schiena, i dolori articolari, la febbre, la sudorazione, il prurito, la diarrea, le vertigini, le palpitazioni, la perdita di equilibrio, lansia, il formicolio alle mani ed ai piedi, linappetenza e la perdita della libido. In pratica, l’ipocondriaco può avvertire i sintomi fisici delle malattie che ha immaginato di avere e che, in realtà, non ha.

Altri sintomi dell’ipocondria non sono, però, solo fisici: il sintomo principale che distingue una persona normalmente preoccupata per la sua salute da un ipocondriaco è che quest’ultimo, dopo aver ricevuto la diagnosi di uno o più medici a conferma che non ha alcun problema di salute, crede che i dottori sbaglino ed inizia una ricerca senza fine per trovare qualcuno che gli dia ragione.

Un ulteriore sintomo è rappresentato dalla tendenza a parlare eccessivamente delle malattie, fare ricerche in merito e monitorare i segnali del corpo che potrebbero indicare eventuali malattie.

Come avviene la diagnosi di ipocondria?

Sebbene sia una situazione soggettiva, come tutte le malattie mentali, lo stato psichico dell’ipocondria viene diagnosticato sulla base della storia del paziente. La convinzione di avere una malattia è sensazione ingiustificata, senza alcuna base scientifica e persiste da più di 6 mesi. 

La preoccupazione per le malattie inizia a danneggiare giorno dopo giorno l’individuo, che inizia a vivere la quotidianità con l’unico scopo di diagnosticare  le malattie che crede di avere. L’ipocondria è strettamente legata a disturbi d’ansia, sindrome da panico, depressione e altri disturbi mentali.

Come si cura l’ipocondria?

Loading...

Esistono diversi trattamenti che aiutano a risolvere il malessere legato all’ipocondria a seconda della persona che ne è affetta.

Leggi anche  La Coerenza del Cuore e la Tecnica per Ristabilirla

Le terapie cognitivo-comportamentali sono una forma di psicoterapia che prevede anche l’utilizzo di farmaci in accordo con lo psichiatra, per trattare l’ansia e la depressione. Esse sono i metodi più comunemente utilizzati per il trattamento dell’ipocondria con buoni risultati nel contenere preoccupazione, ossessione, ansia e tutti gli altri sintomi.

Il trattamento ideale dipende, comunque, dalla storia del paziente e può essere raccomandato solo da un medico o da uno specialista.

Oltre ai trattamenti psicologici e farmacologici, molti ricorrono ai trattamenti naturali che favoriscono il rilassamento mentale e fisico. Tra i principali trattamenti naturali, ci sono lo yoga, la meditazione, i fiori di Bach e persino l’agopuntura. Ognuna di queste soluzioni dipenderà dalla consulenza medica o psicologica. I trattamenti a base di erbe naturali possono anche essere raccomandati dopo aver consultato un erborista competente.

La cosa più importante consiste nell’individuare ciò che porta la persona interessata ad essere ipocondriaca per cercare di trovare la soluzione migliore e risolvere il disturbo alla radice.

Come superare l’ipocondria?

Il primo passo consiste nel chiedersi se la paura della malattia non superi davvero i limiti, ostacolando la vita normale della persona, il lavoro, la scuola e la vita sociale.

Se è così, il secondo passo è cercare un aiuto psicologico per cercare di capire cosa causa questa paura. Le cause possono variare da una preoccupazione esagerata dei genitori per quanto riguarda la salute dei bambini, nonché essere cresciuti con genitori negligenti. Possono venire dal desiderio di attirare l’attenzione per avere sempre qualcuno attorno. La causa può anche essere basata su fattori ereditari o causati da traumi familiari (decessi in famiglia, convivenza con familiari severi, ecc.).

Può capitare a chiunque di noi e, quindi, l’ipocondria dovrebbe essere presa sul serio e trattata con tutto il rispetto. Prima o poi, potrebbe accadere a tutti di provare paura per la morte o la malattia (di qualunque genere), ma si deve fare attenzione affinché la paura non si trasformi in ossessione mettendo a rischio il proprio benessere.

Al giorno d’oggi, l’ipocondria finisce per essere un po’ stimolata dal facile accesso alle informazioni su internet, rispetto al passato.
È legale avere accesso a dati di vario genere e persino a studi scientifici e pubblicazioni mediche, ma bisogna stare attenti e sapere come filtrare tali informazioni. C’è anche un termine usato per questo: ’crimine informatico’. Le persone ansiose possono trovare su internet i sintomi di ciò che credono di avere come cancro, diabete, ecc. 
È necessario, quindi, prima di farsi prendere dal panico ed immaginare cose folli, consultare un medico ed affidarsi alla sua diagnosi.
Non prendere tutto troppo sul serio, vivi serenamente!

Loading...
loading...
Advertisement
Top