Menù

Perché il pollame non andrebbe mai lavato con acqua prima della cottura?

Shares
Read Carefully

Molte persone in tutto il mondo hanno l’abitudine
di lavare il pollo crudo prima di cucinarlo, pensando che sia una buona idea,
soprattutto per un fattore igienico, ma sembra che le cose non stanno proprio
così!

Alcuni ricercatori dell’Università di Drexel hanno lanciato una vera e propria
campagna di sensibilizzazione dove affermano che lavare il pollo prima della
cottura, agevola la diffusione di batteri e virus.

Quando acquistate il pollo, normalmente congelato, all’interno sono già
presenti batteri e parassiti come la Salmonella e Campylobacter. Questi due sono i
principali batteri che contaminano gli alimenti.

Bisogna sapere che lavando il pollo crudo nel lavandino della vostra cucina, gli
spruzzi d’acqua che vengono generati, diffondono questi batteri nella cucina. 

Inoltre l’acqua
non uccide i batteri, mentre le alte temperature di cottura invece lo fanno, quindi – paradossalmente – lavando il pollo prima di cuocerlo non si otterrebbe altro che aumentare il rischio di compromettere l’igiene e la salubrità degli ambienti domestici.

Quali sintomi comportano questi batteri?

I sintomi che possono provocare questi batteri sono diarrea, nausea, dolori di stomaco, crampi, febbre, malessere generale o in un alcuni casi più rari, malattie o sindrome gravi.

Fortunatamente, almeno in Italia, i casi ad esempio di salmonellosi sono in diminuzione, questo per via di efficaci campagne di controlli adottati negli allevamenti.
Ricordiamo che spesso questi batteri sono resistenti al congelamento, quindi anche i prodotti surgelati non sono sicuri. Ma il metodo più sicuro per eliminarli rimane una buona cottura!

Cosa fare quindi?

Gli esperti considerano la pratica del lavare il pollo prima della cottura una procedura non solo inutile, ma anche
pericolosa per via di una maggiore diffusione dei batteri su altri oggetti o
superfici della cucina.

Ciò che invece consigliamo, è l’utilizzo di guanti per maneggiare le carni durante le fasi di preparazione, ad esempio mentre lo si dispone nella teglia prima della cottura in forno.

Loading...

© BlueSkyImage / Shutterstock.com - 191368664

E’ consigliabile inoltre di utilizzare della carta forno o dell’alluminio per proteggere eventuali superfici d’appoggio temporanee – quelle che non andranno in forno e quindi non verranno sterilizzate dal calore –  ad es. il tagliere mostrato in foto.

Basta quindi la cottura ad eliminare definitivamente tutti i batteri presenti
anche all’interno del pollo.

Se proprio abbiamo la necessità di pulire il pollo prima della cottura, basta utilizzare un tovagliolo
di carta per rimuovere eventuali residui o sporcizia presenti sulla pelle del
pollo.

Niente allarmismi quindi, questi consigli hanno il semplice scopo di avervi informato su come preparare effettivamente in sicurezza e pulizia, un’ottima quanto nutriente pietanza.

© Timolina / Shutterstock.com - 125137112

Loading...
Advertisement
Top