Menù

Alluminio: ecco perché ne è sconsigliato l’utilizzo per la cottura dei cibi

Shares
Read Carefully

L’utilizzo di fogli e vaschette in alluminio ha sicuramente apportato in termini di praticità numerosi vantaggi.  Possiamo riscaldare e mantenere caldi gli alimenti, ma anche sperimentare metodi di cottura alternativi ne è l’esempio la cottura al ‘cartoccio’. 

Loading...
Nonostante molti di noi ne facciano degli usi alternativi come lenire i dolori articolari o trattare lievi ustioni, sembra essere invece sconsigliato l’utilizzo dell’alluminio in cucina.
Quello che maggiormente preoccupa è la contaminazione degli alimenti, poiché secondo alcuni studi, l’ingestione dei metalli in generale, e quindi dell’alluminio provoca effetti dannosi alla salute.
Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità il limite di sicurezza per l’alluminio, sarebbe 40 mg per ogni chilo di peso corporeo, il che significa che in un individuo di 60 chili, l’assunzione di alluminio, non dovrebbe superare i 2.400 mg al giorno.
Purtroppo la presenza di questo metallo si trova anche in numerosi prodotti alimentari che consumiamo abitualmente, come sale, mais, tè e spezie, ed è inoltre contenuto all’interno di sostanze che ne assicurano la conservazione. Tra l’altro la polvere di alluminio viene utilizzata anche per la depurazione dell’acqua potabile, pertanto l’assunzione giornaliera supera di molto il limite massimo consigliato.
Gli effetti dannosi sono diversi, così come per altri metalli, e possono coinvolgere il sistema nervoso centrale,causando malattie come l’Alzheimer, ma anche a carico di ossa e reni.
Una volta che avvolgiamo gli alimenti in un foglio di alluminio, nel caso in cui venga sottoposto ad alte temperature, questo può penetrare al suo interno e di conseguenza essere ingerito.
Come possiamo usare correttamente l’alluminio in cucina?
Come sappiamo l’alluminio è un tipo di metallo molto usato nella fabbricazione degli utensili da cucina, proprio per le sue proprietà. L’alluminio ha infatti una elevata conducibilità termica, consente di avere una cottura omogenea senza che il cibo si bruci ed è un metallo leggero.
Se vengono seguite determinate regole, finalizzate a ridurre la contaminazione degli alimenti, possiamo continuare ad usare fogli e vaschette di alluminio senza correre rischi.
La prima cosa da ricordare è quella di mantenere gli alimenti avvolti in fogli di alluminio in frigorifero e non a temperatura ambiente. La conservazione ad una temperatura che si aggira intorno ai 5 gradi limita la contaminazione anche fino a 10 giorni, indipendentemente dal tipo di cibo conservato.
Per la conservazione prolungata degli alimenti a temperatura ambiente, che non necessitano cioè di basse temperature, l’utilizzo di vaschette, fogli, contenitori è da limitare a quelli con basso potere estrattivo come sale, caffè, zucchero, spezie, prodotti da forno, legumi, frutta secca.
 
Leggi anche  Mal di schiena? Ecco i benefici di 5 sport che migliorano la postura
Loading...
loading...
Advertisement
Top