Molte spesso noi donne non prestiamo molta attenzione a noi stesse.

La famiglia, il lavoro, la casa, assorbono gran parte del nostro tempo ma, nonostante tutto ciò, è molto importante non trascurare la nostra salute che, solitamente, mettiamo sempre al secondo posto.

Specialmente dai 40 anni in su (anche prima nel caso in cui in famiglia vi siano già stati casi di tumore al seno) è fondamentale sottoporsi a delle visite annuali.

Il primo passo da fare è quello di rivolgersi al proprio medico di famiglia o al proprio ginecologo; loro potranno seguirvi e darvi consigli preziosi su tutti i passi da seguire per sottoporsi ai controlli più idonei.

In questo articolo mi piacerebbe condividere con voi alcune tecniche di AUTO PALPAZIONE DEL SENO.

Imparare da sole a farlo può essere un primo passo importante soprattutto perché, nel caso in cui doveste accorgervi di qualcosa di anomalo, potrete subito andare dal medico e intervenire in tempo, se dovesse trattarsi di un tumore.

Ma come praticare correttamente l'auto palpazione?

Per prima cosa iniziamo ad esaminare il nostro seno davanti allo specchio tenendo le braccia distese lungo i fianchi e alzandole pian piano sopra la testa.

A questo punto procediamo osservando attentamente eventuali cambiamenti di forma dei seni quali: misura, secrezioni di sangue o pus dai capezzoli, arrossamento anomalo della pelle intorno.

Passiamo poi all'auto palpazione vera e propria.

Dobbiamo farlo con tutta la mano, comprese le falangi. Premiamo sul seno con delicatezza e avanziamo in senso orario dalle costole fino al capezzolo.

Con i polpastrelli sondiamo per bene il seno per capire se in alcuni punti percepiamo dolore.

Fatto ciò dobbiamo stenderci con un cuscino posizionato sotto la schiena all'altezza del seno.

La mano del seno da cui cominceremo il controllo andrà posizionata sotto la testa e, con l'altra mano, inizieremo l'auto palpazione partendo dall'ascella, che è una delle zone più critiche.

Per finire controlliamo nuovamente il capezzolo, dal quale non dovrebbero uscire secrezioni trasparenti o contenenti sangue.

Il tutto dovrebbe durare circa 10 minuti ed è importante effettuare l'auto palpazione correttamente.

Da fare tra il quattordicesimo giorno del ciclo, ogni mese a partire dai vent'anni, questo per evitare falsi allarmi dovuti a cambiamenti naturali del seno derivanti dagli ormoni.

IMPARIAMO A PENSARE DI PIU' A NOI STESSE, PRENDENDOCI CURA DEL NOSTRO CORPO E DELLA NOSTRA SALUTE!

Non è possibile visualizzare questo media terze parti senza prima aver prestato consenso all'uso dei cookie Clicca qui per vedere il video o l'elemento multimediale incorporato