Menù

Sesta malattia adulti sintomi: quali sono i principali?

Shares
sesta malattia adulti
Read Carefully

La sesta malattia è conosciuta anche con il nome roseola e colpisce soprattutto i bambini, eppure sono tanti anche gli adulti colpiti. Si tratta di una delle malattie esantematiche che comporta la presenza di puntini rossi sulla pelle del viso.

La comparsa della sesta malattia negli adulti è meno comune, ma è più fastidiosa rispetto a quanto lo sia nei bambini. Come per le malattie infettive infantili, se presa in età adulta, può anche portare ad alcune complicazioni più serie.

Sesta malattia adulti sintomi

Il sintomo principale della sesta malattia è il rossore dell’efflorescenza. Sia adulti che bambini contraggono la malattia attraverso le vie aeree. Il periodo più pericoloso è quello tra il periodo d’incubazione fino ai 5 giorni successivi alla comparsa del sintomo.  Si tratta di una infezione potente, per cui si raccomanda di stare a letto e di evitare il contatto diretto con gli altri al fine di prevenirne il contagio. La terapia domiciliare è sufficiente nel caso in cui non insorga alcuna complicazione. Un sintomo della sesta malattia negli adulti è la roseola, che dura solitamente da dieci giorni a tre settimane. 

Un altro sintomo della sesta malattia negli adulti è la comparsa della febbre, che può arrivare a raggiungere anche temperature molto alte. Lo stato febbrile che insorge può aggravare le condizioni fisiche generali, causando ad esempio dolori forti alla testa, mancanza di appetito, continui brividi di freddo. Tutti sintomi negli gli adulti precedono di un paio di giorni  la comparsa delle macchie.

sesta malattia nei bambini

Le efflorescenze che si presentano sul corpo degli adulti sono più evidenti rispetto a quelle che si manifestano sui bimbi. Negli adulti, tra i sintomi della sesta malattia, le macchie sulla pelle possono essere anche molto estese, in differenti parti del corpo. I primi segni solitamente appaiono sul naso e dietro le orecchie, riempiono poi il tronco e le mani, andando a finire anche sui piedi e sulle gambe. Con l’evolversi della sesta malattia, le macchie rosse diventano sempre più scure. Negli adulti i sintomi della sesta malattia portano anche uno stato di malessere generale, a volte accompagnato da dolori muscolari e articolari, oltre a quelli che abbiamo già elencato. I sintomi principali in molti casi si accompagnano a mal di gola e raffreddore.

Leggi anche  Emorroidi: Rimedi Naturali per ridurre i sintomi

Tuttaviain alcuni soggetti l’esordio della sesta malattia è asintomatico e si manifesta solo dopo il quinto giorno o successivamente alla comparsa delle macchie. 

Loading...

Sesta malattia adulti: è pericolosa?

Ci sono dei situazioni nelle quali prendere la sesta malattia da adulti può essere pericoloso. Il primo esempio in assoluto da fare è quello delle donne in gravidanza. Purtroppo essere contagiate da quest’infezione durante il primo trimestre di gravidanza può essere davvero rischioso e influire sul normale sviluppo del feto. L’infezione intrauterina del feto, porta infatti a  complicazioni gravissime che non possono essere curate in alcun modo e sottoposte a nessun tipo di trattamento o terapia. Questo è il motivo per cui il medico, nel caso in cui una donna incinta contragga la malattia, consigli addirittura di interrompere la gravidanza, perché pare non esserci ancora alcuna soluzione.

Il bambino che si trova nel grembo materno, a causa della sesta malattia contratta in età adulta dalla mamma, potrebbe nascere con problemi cardiaci o ad altri organi interni che si stanno formando. Si possono anche verificare dei problemi e dei difetti nello sviluppo del cervello.

Quando la gravidanza è inoltrata o quasi a termine la donna incinta può essere sottoposta a cure con immunoglobuline e grazie al monitoraggio continuo dello stato del feto, i rischi si riducono.

Deve essere uno specialista a decidere il trattamento della sesta malattia negli adulti, non è una cosa da prendere alla leggera.  Anzi, è bene non procrastinare e far esaminare immediatamente il caso ad un medico. I pazienti non curati possono avere conseguenze anche gravi. L’unico metodo per prevenire la comparsa di questa malattia infettiva è il vaccino, da consigliare soprattutto per le donne adulte che hanno intenzione di avere dei figli.

Loading...
loading...
Advertisement
Top