Menù

Tisana depurativa ai carciofi: ecco come prepararla

Condivisioni
Leggi con attenzione

Le proprietà benefiche del carciofo sono conosciute fin dall’antichità ed è proprio durante la stagione primaverile che è possibile sfruttarle al meglio per liberare il corpo da tossine e scorie e ottenere un effetto depurante e rigenerente.

Oltre ad essere un ortaggio molto versatile in cucina – ben si presta alla preparazione di gustose ricette – il carciofo possiede numerose sostanze indispensabili allo svolgimento di varie funzioni organiche essendo ricco di fibre, sali minerali e ferro

Sappiamo che può essere consumato introducendolo nella nostra alimentazione come contorno o per arricchire di sapore i primi piatti, ma per ottenere il massimo dei benefici possiamo utilizzare il carciofo anche per la preparazione di un infuso dalle straordinarie proprietà terapeutiche.

Un vero elisir di benessere che oltre a garantire il corretto funzionamento del fegato, organo deputato all’eliminazione di scorie e tossine, stimola la secrezione di bile favorendo la digestione dei grassi a livello intestinale.

Questo infuso risulta essere utile dopo un pasto abbondante per rendere la digestione meno faticosa, e particolarmente indicato in caso di gonfiore addominale, bruciori di stomaco o nausea.

Ha inoltre proprietà dimagranti qualora il consumo dell’infuso venga associato ad un regime alimentare controllato e aiuta a mantenere stabili i livelli di colesterolo e degli zuccheri nel sangue, evitando che questi ultimi causino dannosi picchi glicemici.

L’infuso al carciofo regala molti benefici anche alla pelle poichè esercita un’azione anti invecchiamento, contrastando gli effetti negativi dovuti alla presenza dei radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cellulare.

Come si preparara l’infuso al carciofo?

Ingredienti:

  • 1 carciofo intero
  • ml 250 di acqua
  • zucchero di canna o dolcificante naturale (miele di acacia)

Preparazione:

Mettere l’acqua in un pentolino e portarla ad ebollizione.

Nel frattempo pulisci e lava i carciofi, conservando le foglie più dure che potrai far essiccare e utilizzare per la preparazione di un altro infuso.

Loading...

Quando l’acqua avrà raggiunto l’ebollizione, spegni il fuoco e lascia il carciofo in infusione per 15 minuti, fino a quando l’acqua non avrà assunto un colore scuro.

A questo punto puoi bere l’infuso, dopo averlo dolcificato con lo zucchero di canna o il miele di acacia.

Se invece possiedi solo le foglie essiccate, immergile nell’acqua bollente a fiamma spenta. Per rendere l’operazione più semplice tagliale a pezzetti e aiutati con un colino da té. Lascia in infusione 15 minuti e filtra per rimuovere eventuali residui di foglie.

Dolcifica e bevi la tisana alla temperatura che preferisci.

Se ti è piaciuto questo suggerimento, condividilo con i tuoi amici!

Leggi anche  Cosa sono quelle macchie bianche sulle unghie?
Loading...
loading...
Advertisement
Top