Ormai anche in tutti i bar italiani si può trovare il “caffè al ginseng”, preferito da chi non vuole eccedere con la caffeina anche per il suo buon sapore. Il “ginseng” è qualcosa di ormai familiare per noi, anche perché fa parte della composizione di molti prodotti di uso comune. Ma sai davvero di cosa si tratta, e perché dovresti assumerlo con regolarità?

Il ginseng (Panax ginseng) di cui ti vogliamo parlare oggi è quello asiatico (Panax Repens Max), e non quello americano. Si tratta di una pianta il cui nome deriva dall’unione dei termini Jen (uomo) e Shen (vita). Già dalla sua etimologia si può capire che importanza rivesta per la nostra salute.

Fonte: Pinterest

La pianta, conosciuta dapprima in Cina, è arrivata in Europa solo nel XVIII secolo, e di essa di usa la radice, che ha un curioso aspetto antropomorfo. Gli scienziati sono ormai unanimemente concordi a riconoscere le 7 virtù del ginseng. Ecco quali sono.

IL GINSENG AIUTA IL CUORE

All’interno della radice di ginseng si trovano dei potenti antiossidanti che aiutano a mantenere le arterie e l’apparato cardiocircolatorio in buona salute. Inoltre è provato che il ginseng aiuta ad abbassare i livelli di colesterolo “cattivo” (LDL) innalzando quelli di colesterolo “buono” (HDL).