Con l’avanzare dell’età e in assenza di esercizio fisico costante, anche le braccia, al pari di gambe e glutei, vanno incontro ad un rilassamento dei tessuti che le fa apparire  molli e flaccide nella parte interna.

Non è il caso di buttarsi giù: il rilassamento dei tessuti è del tutto normale ma non irrimediabile. Tutto quello che ti serve è un po’ di buona volontà, tanta costanza, e un buon programma di allenamento.

Per i primi due fattori ci devi pensare tu: al terzo ci pensiamo noi! Ti suggeriremo infatti un workout di sei esercizi che puoi eseguire in casa perchè non richiede attrezzature specifiche e che ti aiuterà a rassodare le braccia in poche settimane.

Esegui i sei esercizi di seguito nell’ordine che ti indichiamo; ripetili almeno per tre volte alla settimana. Abbi un po’ di pazienza e vedrai le tue braccia tornare sode e affusolate.

Pronta? Cominciamo!

ESERCIZIO NUMERO UNO 

Prendi un tappetino e sdraiati a terra con la faccia all’ingiù. Appoggiati sui palmi delle mani , tenendo i gomiti piegati, poi solleva le gambe e incrociale. Sollevati sulle braccia , allungandole e raddrizzando i gomiti, sempre tenendo le gambe incrociate. Inspira quando ti sollevi ed espira quando torni giù.

ESERCIZIO NUMERO DUE

Prendi un banchetto alto all’incirca trenta centimetri e appoggiati su di esso con entrambe le braccia, tenendole leggermente distanziate. Assicurati che il banchetto sia saldo o rischi di cadere. Sollevati e abbassati piegando i gomiti e tenendo le gambe ben rigide. Espira mentre scendi, inspira mentre sali.

ESERCIZIO NUMERO TRE

Stavolta prendi una sedia e ripeti l’esercizio precedente, ma al contrario. Appoggiati al ripiano della sedia con le mani dando la schiena alla sedia; sollevati e abbassati usando la forza delle braccia e solo parzialmente quella delle gambe.

ESERCIZIO QUATTRO

Mettiti davanti ad una parete e appoggiati con i palmi delle mani tenendo le braccia all’altezza delle spalle. Divarica le gambe e resta in punta di piedi. Avvicinati e allontanati dalla parete, inspirando ed espirando.

ESERCIZIO NUMERO CINQUE

Per fare questo esercizio ti servono dei manubri , ma se non li hai puoi usare delle bottigliette di acqua da mezzo litro piene. Prendine una in ogni mano e tieni le braccia tese lungo i fianchi. Poi piano piano piega i gomiti fino ad arrivare ad un angolo di novanta gradi. Sempre molto lentamente, solleva le braccia, tenendo i gomiti piegati, fino ad avere le mani davanti al volto. Ripeti gli stessi movimenti al contrario, fino a stendere di nuovo le braccia lungo i fianchi.

ESERCIZIO SEI

Ed eccoci all’ultimo esercizio. Non devi fare altro che dare pugni all’aria , spingendo in avanti prima il braccio destro e poi il sinistro. Tieni le gambe divaricate, la destra davanti la sinistra, e saltella, cambiando posizione (sinistra davanti alla destra) in movimento sincrono con le braccia.

Ripeti ogni esercizio all’inizio 10 volte, poi aumenta fino a 20. Segui scrupolosamente l’allenamento e non te ne pentirai!