Preoccuparci della nostra salute, del nostro benessere psicofisico e della nostra linea ci porta in palestra o all'aria aperta – qualora possiamo e non abitiamo nei centri trafficati e inquinati delle grandi città  a praticare attività fisica

Ma allenarsi  e ottenere il meglio dal nostro corpo e da noi stessi, richiede impegno e soprattutto attenzione: sono infatti molti gli errori che possiamo commettere senza volerlo, sia in palestra che durante lo svolgimento di qualsiasi genere di attività sportiva .

Sapere quali sono gli errori da non commettere è importante per imparare a correggerli allo scopo di migliorare il nostro corpo senza incorrere anche in gravi conseguenze, come gli infortuni .

Leggi anche: Come comportarsi in palestra: 10 regole della Gim Netiquette

10 errori da non commettere durante gli allenamenti in palestra

1. Non chiedere consigli

Se non siamo abituati ad allenarci , sia in sala pesi che con attrezzi aerobici, non dobbiamo avere timore di chiedere al trainer presente nella nostra nuova palestra. 

Domandiamo consiglio, suggerimento, ed eventualmente informiamoci su un piano di allenamento con lui costruito. In fondo, si tratta del suo lavoro, ed è sicuramente la persona giusta a cui affidarci.

2. Non curare il riscaldamento

La fase del riscaldamento è spesso sottovalutata e trascurata, ma non è affatto così che dovrebbe essere: il riscaldamento è quella parte iniziale dell' allenamento che "mette in moto il nostro corpo", che lo prepara all' attività fisica

Deve quindi iniziare con dell' attività aerobica (dai 5 ai 15 minuti, usualmente, a seconda del livello di preparazione atletica e dell'intensità dell'allenamento. Solo dopo questa fase potrà seguire l’attività di stretching e poi l' allenamento vero e proprio.

3. Stretching fatto male

Lo stretching è quella parte di allenamento, tra un esercizio e l'altro o del riscaldamento pre-esercizi, che allunga legamenti e muscoli, "scioglie" e prepara tanto all'attività fisica quanto al rilassamento. 

Non bisogna farlo "molleggiando" (si rischia un movimento eccessivo, non preparato, e uno "stiramento" di qualche genere), ma piuttosto concentrandosi e allungando lentamente il movimento, per 20-30 secondi.

4. Chiedere troppo al nostro corpo

Questo è in realtà tipico dei primi allenamenti: ci si crede spesso al di sopra delle nostre reali capacità, ed esageriamo: se non riusciamo a mantenere un dato ritmo per 15-20 minuti, allora conviene rallentare i prendersi una pausa.

5. Non bere a sufficienza

La disidratazione è dietro l'angolo. Durante un allenamento di 50-60 minuti, si può perdere sino a un litro / un litro e mezzo di liquidi, che è tantissimo. 

Per questo dobbiamo sempre avere con noi dell'acqua o una bevanda con integratori di sali minerali (non zuccherata) per riequilibrare le perdite. Consideriamo che la quantità di acqua consigliata al giorno è di circa due litri e mezzo / tre, se in più perdiamo liquidi allenandoci, rivediamo i nostri conti.

Leggi anche: 10 alimenti consigliati per il post-allenamento in palestra

6. La tecnica

Non sottovalutiamo la tecnica , in nessun esercizio. Per esempio, può sembrarci che sollevare dieci chili con i bicipiti sia una cosa semplice, ma il trainer si avvicina, ci dice di rallentare e controllare la respirazione. Improvvisamente quei dieci chili paiono raddoppiare, e facciamo molta più fatica. Come mai? Probabilmente prima stavamo eseguendo esercizi "in apnea" e sfruttando il momento di inerzia ("a molla", per così dire) piuttosto che la nostra forza.

Seguiamo le indicazioni dell'istruttore, che è lì per insegnarci anche a non farci danni da soli.

7. Esagerare

Collegato al "chiedere troppo al nostro corpo", quando esageriamo davvero non solo arriviamo distrutti a fine allenamento , ma possiamo trovarci con crampi e anche qualche infortunio, come uno strappo o uno stiramento . Prendiamoci una pausa, concediamo al nostro corpo dei tempi di recupero.

8. Superlavoro di pochi gruppi muscolari

Sempre lo stesso esercizio, sui soliti due o tre gruppi muscolari? Non è sempre una bella idea: più che allenarli al meglio, rischiamo di stressarli e andare incontro a un infortunio .

9. Scarsa varietà di esercizi

Quando il muscolo "si abitua" a un determinato tipo di esercizio , tende a dare meno di quello che è il suo reale potenziale. Inoltre, rischiamo di annoiarci e trascurare l' allenamento . siccome non ci siamo iscritti in palestra per questo, impariamo a variare, anche con l'aiuto dell'allenatore.

10. Allenarsi in maniera discontinua

Per quanto allenarsi una volta ogni tanto sia meglio che non farlo affatto, il risultato che si può ottenere non è nemmeno paragonabile a quello di un allenamento piuttosto più blando, ma continuo.