Mondo della scienza e sportivi, hanno creato da qualche tempo un dibattito su cosa sia realmente meglio per la nostra salute , tra una camminata a passo sostenuto e una corsa. 

Alcune ricerche hanno dimostrato infatti, che ci sono benefici per l’una o l’altra disciplina; ma è anche vero che bisogna pensare all’ obiettivo che si intende raggiungere. 

Vediamo quindi alcuni vantaggi e svantaggi delle due attività, per poi tirare le somme e scoprire quale sia l’attività peggiore.

SE VOGLIO DIMAGRIRE COSA FACCIO?

Se l’obiettivo è il dimagrimento e non si è abituati a fare sport ogni settimana, ciò che fa perdere più calorie è senza dubbio la pratica di un’ attività fisica prolungata nel tempo e regolare. 

Ed è vero che, se con la corsa si possono percorrere lunghe distanze in poco tempo, ci si stanca anche molto più facilmente, soprattutto se si è alle prime armi. Perciò in questo caso, un punto netto va a favore della camminata che permette una resistenza prolungata e meno affaticamento da un punto di vista cardiaco e respiratorio. 

Chi invece ha poco tempo, intende tonificare il proprio corpo e allenare la resistenza, probabilmente la corsa avrà effetti più rapidi e visibili. 

BENEFICI e PERICOLI

Articolazioni 

La camminata, considerata spesso più leggera della corsa, è in realtà la più indicata per quanto riguarda l’evitare dolori muscolari e articolari, specialmente quando scarpe adatte e tecnica mancano. 

Loading...

Infatti, mentre correndo l’impatto con  il suolo può creare dei piccoli traumi a ginocchia, caviglie e schiena; nella camminata questo problema non si presenta perché le ossa non devono sopportare il brusco impatto del peso corporeo contro il suolo. 

Cuore 

Tutti sanno che praticare un’attività fisica e abbinarla ad un alimentazione equilibrata aiuta a prevenire le malattie cardiovascolari, tenendo sempre il cuore in allenamento. Degli studi pubblicati nel 2013 dalla rivista Arteriosclerosis, Thrombosis and Vascular Biology dell’ American Heart Association , hanno dimostrato che camminare previene le malattie cardiache del 9,4% rispetto al 4,5% della corsa. 

TIRIAMO LE SOMME: COSA NON BISOGNA FARE? 

 Correre fa certamente bene alla salute, anche se la camminata presenta forse, oggettivamente, più benefici per l’insieme del corpo. Entrambe le discipline, se praticate bene e con regolarità, porteranno dei benefici.

Se c’è quindi qualcosa che proprio non bisogna fare è invece praticare la sedentarietà

Stare davanti al computer e alla televisione, prendere la macchina per fare pochi passi, preferire il divano a una panchina del parco che sta a qualche km da casa propria è un qualcosa da evitare. 30 minuti di camminata al giorno, apportano benefici a mente e corpo, ricordatevelo! 

Se tutto questo ha acceso in voi una lampadina, non c’è tempo da perdere , indossate scarpe sportive e abiti comodi: si parte! 

Buona giornata.