La coppettazione è una tecnica che ha origini molto antiche, risalenti alla Cina del II secolo d.C. ma, solo da pochi anni, si è diffusa nel nostro paese, consiste nell'utilizzo di piccole coppette , da qui il nome di questa pratica, che vengono applicate in alcune zone del corpo per stimolare la circolazione sanguigna e linfatica .
Queste coppette possono essere realizzate con diversi materiali, ad esempio ceramica, vetro, bambù e plastica.
La tecnica della coppettazione, anche conosciuta come cupping therapy , rientra da secoli nelle pratiche mediche della tradizione cinese e da qualche anno si è diffusa anche in Occidente, spesso viene adoperata per curare le persone che svolgono un’intensa attività fisica.
Ma vediamo nel dettaglio che cos'è la coppettazione e quali sono i benefici e le controindicazioni di questa pratica medica.

Cos'è la coppettazione?

Si tratta di una tecnica medica non invasiva che viene utilizzata in Occidente dal II secolo d.C., consiste nell'applicazione di alcune coppette su precise zone del corpo, esse fungono da ventosa e servono a stimolare il flusso della circolazione linfatica e sanguigna , in modo da eliminare le tossine in maniera naturale e ridare energia vitale al corpo.
La riattivazione dei liquidi, infatti, ha un effetto benefico sul nostro organismo e attraverso questa pratica si agisce su determinate zone riflesse del corpo che riescono a stimolare l’attività di tessuti ed organi, proprio come si fa con l’agopuntura.

Come si applicano le  coppette?

La coppettazione prevede l’utilizzo di coppette grandi circa 5 cm, esse vengono applicate sul corpo in zone senza peluria e senza ferite o escoriazioni, per un lasso di tempo che varia tra i 5 e i 15 minuti.
La coppetta può essere posizionata in maniera fissa in un determinato punto oppure si può far scorrere all'interno di una zona del corpo. Per far si che le coppette abbiano un effetto ventosa esiste un metodo ben preciso, se ne deve scaldare la parte interna con una fiamma, in questo modo di brucia l’ossigeno presente nella coppetta e si crea un vuoto che la rende aspirante.
Il riscaldamento delle coppette è un passaggio essenziale affinché la tecnica possa essere messa in pratica correttamente.

Coppettazione a freddo

Oltre alla coppettazione classica, ossia quella a caldo, di recente è stata sperimentata la coppettazione a freddo , si tratta di una versione moderna di questa tecnica e consiste nell'utilizzo di coppette dotate di valvole che permettono l’effetto ventosa aspirando l’aria dall'interno, in questo modo si può regolare l’intensità dell’aspirazione e regolarla in base alle esigenze del singolo paziente.

Benefici della coppettazione

Questa tecnica può essere utilizzata in diversi casi, soprattutto per curare gli sportivi in quanto allevia in maniera rapida i dolori muscolari causati dallo sforzo fisico.
I medici cinesi la consigliano anche per trattare tutte le patologie dolorose causate da umidità, freddo o che sono conseguenze di eventi traumatici poiché la coppetta ha la funzione di migliorare la circolazione nei punti in cui viene applicata.
Ma, la tecnica della coppettazione , è utile anche in caso di problemi ginecologici, mal funzionamento del sistema nervoso, ansia, insonnia, depressione e problemi dell’apparato respiratorio come asma e tosse.

Ultimamente la coppettazione viene utilizzata anche in alcuni centri benessere per trattare la ritenzione idrica e diminuire la cellulite , in questo caso vengono applicate le coppette per stimolare il movimento dei liquidi e successivamente viene svolto un massaggio linfodrenante.
Ovviamente per sottoporsi alla tecnica della coppettazione bisogna rivolgersi a medici esperti nel settore in quanto le coppette devono essere posizionate in zone precise del corpo e vanno tenute sotto controllo durante l’applicazione.

Controindicazioni

Ci sono dei casi in cui è sconsigliato sottoporsi alla coppettazione , ad esempio in presenza di malattie croniche, di astenia, di patologie del sangue, in gravidanza e in presenza di dermatiti e pelle molle.
L’unico effetto collaterale di questa tecnica consiste nella formazione di macchie rosse o viola nelle zone in cui vengono applicate le coppette, ciò è dovuto al processo di aspirazione ma queste chiazze spariscono nel giro di qualche giorno.