Menù

Echinacea benefici, proprietà e controindicazioni

Shares
echinacea benefici
Read Carefully

L’echinacea è una pianta che appartiene alla famiglia delle Composite. La conosciamo per le sue proprietà antivirali e immunostimolanti, infatti la sua assunzione porta interessanti effetti benefici sulla salute. Vediamo nel dettaglio quali sono i benefici e le proprietà e scopriamo i casi in cui l’echinacea purpurea è controindicata.

Echinacea benefici

I benefici dell’Echinacea purpurea sono utili per il nostro organismo, grazie alle proprietà antivirali, immunostimolanti, antibatteriche e antinfiammatorie. Il suo utilizzo favorisce anche la salute e il benessere della pelle.

  • E’ dimostrato che l’utilizzo di Echinacea stimola la produzione di anticorpi anche se il suo meccanismo d’azione non è ancora ben conosciuto.
  • elimina germi, batteri e virus. Con il consumo di echinacea i fagociti, linfociti e moniciti si sviluppano e crescono numericamente. Gli stessi vanno a eliminare i microrganismi responsabili di infezioni e malattie virali,

Echinacea proprietà

Tra le proprietà dell’echinacea c’è quella immunostimolante, grazie alla presenza di polisaccaridi contenuti nell radice. Per questo viene usata come aiuto per aumentare le difese naturali, stimolando il sistema immunitario. Inoltre sostiene l’organismo, proteggendolo dagli eventuali attacchi infettivi.

L’echinacea purpurea è una pianta molto usata in fitoterapia perché è in grado di attivare l’azione dei linfociti e dei fagociti, cellule del sangue deputate a combattere le infezioni.  Rinforza quindi il sistema immunitario sia dei bambini che degli adulti e nnesca un immediato aumento dei leucociti. 

Tra le altre proprietà dell’echinacea ricordiamo la presenza di flavonoidi, derivati dall’acido caffeico, di acido cicorico, dei polieni, dell’olio essenziale e di alchilamidi.

In particolare l’echinacoside, derivata dall’acido caffeico, funge da potente antibiotico e svolge un’azione batteriostatica.

Si tratta di una componente capace di bloccare la replicazione di batteri difficilmente controllabili. L’echinaceina dona alla pianta un’ottima proprietà antinfiammatoria corticosimile.

Loading...
Leggi anche  Pet therapy: cos’è e come funziona

Per quanto riguarda invece l’acido caffeico e l’acido cicorico, svolgono un’importante azione antivirale.  Sono quindi quelle sostanze che ostacolano la penetrazione dei virus nelle cellule sane. 

Assumere regolarmente echinacea, soprattutto nei periodi in cui sottoponiamo il nostro organismo ad uno stress maggiore, consente di prevenire e di curare i sintomi delle principali malattie da raffreddamento. La pianta è in grado quindi di contrastare le infezioni del sistema respiratorio, come la tosse e il raffreddore. Utile anche per la febbre e per i problemi a livello urinario, come la cistite.

Proprietà antimicotiche e antinvecchiamento

Molto importante anche l’azione benefica che l’echinacea ha sulla pelle. Viene impiegata infatti anche per uso esterno, sotto forma di pomate e lozioni per l’epidermide ad azione protettiva, antinfiammatoria, immunostimolante. Creme e unguenti a base si echinacea sono particolarmente indicati per afte, ulcere, dermatiti e cicatrici grazie alla sua capacità dell’echinacea di accelerare la rigenerazione tissutale.

Oltre alle proprietà dell’echinacea descritte, possiamo dire che si tratta di una pianta fungicida, efficace anche contro la candida. Le vitamine presenti nella pianta di echinacea esplicano un’azione antinvecchiamento per la pelle e per favorire la sua azione immunostimolante.

Controindicazioni dell’echinacea

Anche l’echinacea, nonostante proprietà e benefici, presenta degli effetti collaterali. Tra le controindicazioni dell’echinacea sono da annoverare assolutamente il divieto di utilizzo per persone in terapia immunosoppressiva. Si intendono quei soggetti che hanno quindi malattie autoimmuni o hanno subito un trapianto.

Altri effetti spiacevoli si possono verificare quando sussiste un’allergia nota nei confronti della pianta. È sconsigliato l’uso anche in gravidanza e in allattamento e in bambini che hanno meno di un anno di età. Alcune specie di echinacea possono contenere delle sostanze che risultano tossiche per il fegato.

Loading...
loading...
Advertisement
Top