Camomilla: proprietà e benefici

Lo sapete che l’infuso di camomilla lo potete realizzare anche da soli? Non è difficile, vi basta uscire di casa, andare per campi e raccogliere i fiori di camomilla.

La camomilla è una pianta che cresce spontanea nei campi esposti sui versanti più caldi. E’ una pianta annuale molto diffusa, quindi è facile trovarla, raccoglierla e preparare delle rinfrescanti e calmanti tisane.

Il periodo migliore per la raccolta è proprio questo. Si comincia infatti con l’inizio di maggio e si va avanti fino a tutto giugno. Meglio muoversi nel pomeriggio di giornate serene, poiché troverete fiori perfettamente asciutti e privi della classica rugiada mattutina. Scegliete un campo non troppo vicino al traffico per avere la camomilla più pura possibile, ma assicuratevi prima che non ci siano divieti comunali per la raccolta.

Fate attenzione però, perché non tutti i fiori dai petali bianchi con capolino giallo sono camomilla. Per essere certi che si tratti del tipo di fiore giusto vi basterà sfregare fra le mani alcuni petali. L’aroma che vi lascerà dovrà essere quello inconfondibile del famosissimo infuso.

Appena avete individuato la camomilla giusta raccoglietela pure. Non recidete solo il fiore però, perché in questa prima fase vi servirà l’intera piantina. Estirpatela quindi a mazzi facendo attenzione che la maggior parte dei fiori siano in uno stadio intermedio, cioè non più boccioli ma non ancora sfioriti.

Loading...

Portate a casa la vostra camomilla e mettetela ad essiccare. Questo processo è piuttosto semplice: individuate il posto della casa più buio e asciutto e appendete i mazzetti di camomilla a testa in giù. Lasciatela indisturbata e quando vi accorgerete che i fiori sono completamente secchi iniziate a staccarli eliminando completamente il gambo.

Se volete evitare la fatica di uscire per raccoglierla sappiate che esistono esemplari di camomilla che crescono anche in vaso. Sono altrettanto buone e talmente belle che possono avere una funzione anche solo ornamentale.

Sistemate i fiorellini di camomilla essiccata in un barattolo di vetro e teneteli al buio. Ricordate che i fiori di camomilla che avete preparato hanno una scadenza. Dovete infatti consumarli entro l’anno e buon relax a tutti! 

Torna su