Rosa canina, un concentrato di Vitamina C

Ormai sappiamo tutti che la natura ci mette a disposizione molti elementi per prenderci cura di noi naturalmente, senza dover necessariamente ricorrere ai medicinali. Per i piccoli problemi che ci affliggono la natura si prende cura di noi.

Al riguardo, in alcune occasioni molti di noi hanno sentito parlare di rosa canina, ma di cosa si tratta esattamente? La rosa canina è una rosa spontanea tipica dell’Italia che si trova sovente nelle siepi e nei boschi nel periodo da maggio a luglio.

 

 

bacche 53f72

 

 

 

E’ riconoscibile per le sue caratteristiche lunghe spine rosse e ricurve; tale arbusto si presenta con frutti tondi e rossi e maturano solo in autunno inoltrato.

 

 

 

 

 

infuso 6bf75

La rosa canina è molto conosciuta per il suo alto contenuto di vitamina C (in quantità molto più elevate rispetto agli agrumi) che ha proprietà antiossidanti, ovvero che contrasta i radicali liberi che provocano l’invecchiamento della pelle.

Proprio questa sua caratteristica, la rende protagonista nell’ambito farmaceutico e non solo; difatti, viene spesso impiegata anche in ambito culinario e cosmetico.

 

Di seguito trovate le sue principali proprietà benefiche, oltre a quella antiossidante di cui abbiamo parlato sopra:

  • è un astringente intestinale ed antidiarroico, ovvero aiuta il nostro intestino a funzionare regolarmente e correttamente;
  • è un antinfiammatorio, ovvero riduce le infiammazioni;
  • è un vaso protettore, ovvero protegge i nostri vasi sanguigni regolando la circolazione;
  • è ottima contro la spossatezza.

La rosa canina è consigliata a chi soffre di allergie od asma, perché regola le alterazioni che l’allergia crea alle mucose degli occhi e del naso; per lo stesso motivo, è ottima per contrastare tosse, otite, raffreddore, sciatica e dolori articolari.

 

 

marmellata di rosa canina 21 69348

Loading...

 

Per tutte queste sue proprietà, viene utilizzata per produrre miele rosato, antiparassitari, per curare pelli arrossate ed anche buonissime marmellate.

Fate però attenzione se usate farmaci come antiacidi, estrogeni e litio perché creano interazioni impedendo il corretto assorbimento di entrambi gli elementi: per essere certi di non causare danni, chiedete sempre al medico od al farmacista! Non risultano ricerche al riguardo per cui è sconsigliato il suo utilizzo in gravidanza e durante l’allattamento.

Alcuni effetti collaterali possono essere crampi allo stomaco, reazioni allergiche, nausea, bruciore di stomaco, insonnia e sensazioni di affaticamento.

 

 

 

olio abb48

 

 

La rosa canina è reperibile in farmacia ed in erboristeria sotto forma di tisana, olio, tintura madre, estratto secco e gemmoterapico (vengono raccolte le gemme della pianta e fatte macerare in acqua, alcool e glicerina).

 

 

 

Chiedete sempre un consiglio all’erborista od al vostro medico di fiducia che saprà consigliarvi al meglio sulle dosi e sulle modalità di impiego in base al vostro disturbo, alla vostra età ed alla vostra storia.

rosa canina B 2eb22

 

Voi avete mai assunto la rosa canina? Se sì, in che forma? Che risultati avete ottenuto? La utilizzate anche in cucina? Aspettiamo i vostri consigli! J

Torna su