La cucina mediterranea in generale, e quella italiana in particolare, usa moltissimo le erbe aromatiche per insaporire i suoi piatti. Queste erbe, come il prezzemolo, il basilico, il timo , e così via, non solo sono buone, ma hanno anche moltissimi effetti benefici sull’organismo.

Oggi, nello specifico, ti vogliamo parlare dell’ origano . L’origano viene usato nella salsa di pomodoro ed è immancabile sulla pizza alla marinara; il suo aroma è inconfondibile e sembra parlare di terre lontane . Ma sapevi anche che fa bene allo stato di salute mentale di chi lo mangia?

E non solo: le virtù benefiche sull’organismo dell’origano sono tantissime. Scopriamole tutte!

ORIGANUM VULGARE

Fonte: www.cheatsheet.com share

L’ origano (il cui nome botanico è Origanum Vulgare ) cresce soprattutto in zone montuose ed era conosciuto fin dall’antichità. Il suo nome infatti deriva dal greco e vuol dire “delizia della montagna” . Il suo odore penetrante è dato dalla presenza di alcuni oli essenziali (carvacrolo, terpinene, timolo) che hanno anche degli effetti benefici sull’organismo umano.

Infatti favoriscono la digestione e combattono il senso di gonfiore e il meteorismo; inoltre sono molto efficaci nel combattere tutte le infezioni che si possono verificare a livello dell’ apparato respiratorio , offrendo un notevole supporto in caso di bronchite o asma.

L’origano serve nel caso in cui si contraggano infezioni batteriche o fungine perchè ha azione disinfettante; è di grande aiuto nel combattere le infezioni del tratto urinario e offre sollievo ai dolori mestruali. Ma l’aspetto più interessante degli effetti che l’origano ha sull’organismo riguarda il cervello .

L’ORIGANO E LA MENTE

Fonte: www.organicfacts.net share

Uno studio pubblicato sull’autorevole rivista British Journal of Nutrition dimostra come gli oli essenziali dell’origano siano ottimi per potenziare le facoltà cerebrali . In particolar modo si sono analizzati gli effetti del timochinone e del carvacrolo , che possono aumentare il benessere mentale.

Si è preso un campione di 20 adulti di età compresa tra i 20 e i 45 anni, e si sono somministrati loro diversi quantitativi di estratto di origano. Si è notato come nel loro cervello aumentasse la frequenza delle onde alfa-1, che servono ad aumentare il senso di rilassatezza, riducono quello di ansietà e stimolano la concentrazione .

Si è notato inoltre un incremento delle onde beta-1 , che dal canto loro servono a migliorare i processi cognitivi; lo stesso effetto l’origano lo ha sugli animali, che migliorano le loro modalità comportamentali.

Un altro studio, stavolta condotto dall’ Aristotele University di Tessalonica, in Grecia , prova che l’origano contiene potenti antiossidanti che impediscono la degenerazione delle cellule cerebrali . Questo si lega anche all’elevata presenza di manganese e di acidi grassi Omega-3 nella composizione dell’origano.

Insomma sembra che l’origano possa essere un p otenziatore delle attività neuronali assai più efficace di tanti integratori presenti in commercio: un ulteriore buon motivo per usarlo come condimento sulle nostre pietanze, oltre al suo ottimo sapore!