Il pompelmo è un agrume dal caratteristico color rosa che viene spesso consumato durante la colazione perché possiede un basso contenuto di calorie. Ciò rende questo buonissimo frutto ideale per molte persone affette da diabete.

Ora probabilmente ti stai chiedendo come può il pompelmo trovare una collocazione all’interno di una dieta sana adatta a coloro che soffrono di diabete. La risposta è davvero semplice: il pompelmo risulta possedere una quantità davvero bassa di carboidrati e per questo motivo, è adatto anche a chi soffre di questa patologia.

La maggior parte delle persone mangia la frutta senza però conoscerne i valori nutrizionali ed i benefici sul proprio corpo. Per evitare che questo accada, ti consiglio di continuare a leggere ciò che ho da dirti su questo splendido frutto al fine di poterlo inserire adeguatamente nella tua alimentazione. 

Come ti ho anticipato poco fa, il pompelmo ha un basso contenuto di calorie (tra 30 e 40 per spicchio di pompelmo) e, come precedentemente detto, è anche povero di carboidrati (tra 8 e 10 grammi per mezzo pompelmo). 

Se consumerai metà pompelmo al giorno, assumerai la quantità necessaria al tuo organismo di fibre , vitamina C , vitamina A , potassio e vitamina B1

D'altra parte, quando mangi il pompelmo assicurati di consumarlo insieme ad un’adeguata fonte di proteine ​​o grassi come le noci, la ricotta o lo yogurt. Questo perché mangiare grassi e proteine ​​insieme ad alcune fonti di carboidrati contribuisce a ridurre i livelli di zucchero nel sangue.

Mangiare pompelmo apporta notevoli benefici al tuo organismo in quanto contiene sostanze dalle molteplici proprietà che aiutano il tuo organismo a mantenersi sano. Guarda più nel dettaglio di cosa parlo...

Vitamina C
Questo potente antiossidante aiuta a rafforzare il sistema immunitario, a prevenire il raffreddore, a riparare i tessuti lesi ed a mantenere in salute l’apparato cardiovascolare.

Licopene
Questo elemento è un idrocarburo dall’elevato potere antiossidante che si trova solo nel pompelmo rosa ed in quello rosso, ma non nel bianco. È in grado di prevenire il cancro e contrastare la crescita del tumore.

Limonoidi
Essi sono sostanze organiche naturali che contrastano le cellule cancerogene, aiutando anche a ridurre il colesterolo.

Pectina
Questa fibra solubile contribuisce a ridurre il colesterolo cattivo e previene l'aterosclerosi.

Sono state effettuate anche molte ricerche in merito alla relazione tra il pompelmo ed il diabete di tipo 2. A seguito di esse, gli scienziati hanno stabilito che il pompelmo può  essere utile nel controllo del diabete e delle malattie cardiovascolari , grazie al suo altissimo contenuto di flavonoidi. 

I flavonoidi sono dei composti idrosolubili naturali caratterizzati da una potente azione antiossidante che consente loro di controllare il corretto funzionamento del fegato , rafforzare il sistema immunitario e previene le patologie cardiovascolari .

Ma la ricerca non si è fermata qui! Un flavonoide in particolare aiuta a migliorare i sintomi del diabete di tipo 1, oltre a ridurre la maggior parte dello stress ossidativo. Pertanto, è probabile che questo agrume offra benefici simili per quanto riguarda il diabete di tipo 2.

È stata messa in atto una ricerca su alcuni roditori diabetici: dopo aver assunto del succo di pompelmo, essi hanno mostrato un aumento della tolleranza al glucosio dovuta alla minore produzione dello stesso all’interno del fegato.

È stato dimostrato, inoltre, che il consumo dellestratto di pompelmo ha significativamente migliorato l'iperglicemia, regolando il metabolismo del glucosio nel fegato e riducendo l'infiammazione sia nel fegato che nel ventre.

Per quanto riguarda l'estratto di semi di pompelmo, è stata dimostrata la sua capacità di ridurre il livello di glucosio nel sangue ed il rischio di insorgenza di patologie legate al cuore.

Naturalmente, gli studi stanno ancora proseguendo in merito. Le ricerche attuali hanno comunque, sino ad ora, evidenziato che il pompelmo aiuta i soggetti che hanno il diabete di tipo 2

Prima di consumare questo frutto, devi prestare attenzione a ciò che sto per dirti. Il pompelmo, infatti, interagisce negativamente con diversi farmaci importanti , tra cui:

  • farmaci per lansia
  • farmaci per la disfunzione erettile
  • antistaminici
  • farmaci per l'HIV
  • immunosoppressori
  • pillole anticoncezionali

Questo può sembrare strano perché si parla di frutta, ma non è così semplice. Se stai assumendo farmaci di qualsiasi tipo, ti consiglio di consultare il tuo medico curante prima di consumare il pompelmo.

Il pompelmo può essere conservato a temperatura ambiente per un limite massimo di una settimana, mentre in frigorifero può durare da due a tre settimane. 

È ottimo da solo, ma il suo sapore si distingue anche se si unisce allo yogurt greco, alla feta o alla ricotta. Inoltre, un'altra eccellente idea è quella di utilizzare il pompelmo per fare una gustosa vinaigrette per condire qualsiasi tipo di insalata, soprattutto durante l'inverno.