Perché 24h di digiuno fanno bene alla salute? Moltissimi studiosi, sostengono che digiunare una volta ogni tanto, per un giorno, apporta numerosi benefici per la salute. 

Quando si parla di digiuno, sopratutto in italia, le persone ne sono particolarmente intimorite, perché hanno paura di morire di fame, e sono estremamente convinte di non riuscire a digiunare per 24 ore.

Al contrario invece, il digiuno è una cosa normale . Sin dall’antichità, gli uomini, si sono sempre procurati il cibo da soli, non esistevano i supermercati e di conseguenza, si poteva restare per giorni senza mangiare. Solo se si era fortunati, si riusciva a mangiare più volte in una settimana. Sino ad allora, non esistevano i 5 pasti al giorno, ma si mangiava unicamente al calar del sole. Con la scoperta della luce artificiale, tutto è cambiato e l’uomo ha iniziato a seguire diete errate e uno stile di vita poco salutare.

Al contrario di quanto si pensi, digiunare, serve a “resettare” il nostro corpo, donandogli anche la possibilità di riposare, mettendo in pausa gli organi digestivi. 

Benefici del digiuno

Astenersi totalmente o parzialmente dal cibo, anche per un solo giorno al mese, genera moltissimi vantaggi per il corpo. L’importante e farlo con criterio e solamente per un breve periodo.

Un digiuno di 24 ore:

Combatte le infiammazioni:

Durante il riposo degli organi digestivi, il nostro corpo produce una sostanza capace di frenare le infiammazioni di tipo cronico. Questa sostanza si chiama β-idrossibutirrato (BHB), in grado di inibire l’NLRP3, un complesso multiproteico che viene attivato in risposta a segnali di pericolo extra ed intracellulari, come le malattie autoimmuni e moltissime patologie infiammatorie.

Disintossica e rivitalizza l’organismo

Quando l’organismo non è costantemente impegnato nella digestione, quest’ultimo può occuparsi al meglio della sua disintossicazione, allontanando tossine attraverso fegato, polmoni, intestino, reni e cute. Questa purificazione hanno esito positivo sullo stato di salute generico di organi e tessuti. Inoltre, mediante la disintossicazione, il digiuno risulta essere un buon modo per dare nuova energia al nostro organismo e di conseguenza rivitalizzarlo.

Rafforza il sistema immunitario

Durante il digiuno, come afferma uno studio della University of Southern California, il sistema immunitario si sbarazza delle cellule superflue e allo stesso tempo è indotto a rimettere in azione, in modo del tutto naturale, le cellule staminali capaci di tutelare la rigenerazione,

Allunga la vita e protegge dalle malattie

Il digiuno è in grado di rallentare i processi di invecchiamento che accorciano la vita. Inoltre, aiuta a prevenire diverse malattie, tra cui il diabete, l’obesità, i tumori. Il digiuno, se fatto ad intervalli regolari di tempo, e in maniera consapevole, è in grado di ridurre trigliceridi, colesterolo e gli alti livelli di zucchero nel sangue, riducendo così il rischio di contrarre malattie di tipo cardiovascolare.

Migliora l’assorbimento dei principi nutritivi

Sebbene mangiamo in modo corretto, seguendo un’alimentazione equilibrata, il nostro organismo, quando è troppo intossicato o sovraccarico, ha difficoltà ad assorbire correttamente vitamine, aminoacidi, sali minerali ecc. Digiunare aiuta a pulire l’intestino e di conseguenza migliora l’assorbimento dei principi nutritivi.

Rafforza lo spirito e la mente

Non è facile digiunare per 24 ore, e limitarsi a bere solamente acqua o tisane. Siamo talmente abituati a mangiare quando ci pare, che digiunare potrebbe essere più difficile di quanto si pensi. Digiunare, infatti, aiuta a rafforzare lo spirito e la mente. Alla fine del digiuno ci si sentirà senza dubbio soddisfatti del proprio traguardo.

Migliora la memoria

Digiunare per 24 ore aiuta il cervello a formare nuovi neuroni e mitocondri, a migliorare l’apprendimento e la memoria. Secondo gli studiosi, il digiuno intermittente, riduce il rischio di degenerazione delle funzioni cerebrali. Pare che il digiuno, aumenti la produzione di una proteina chiamata fattore neurotrofico, utile nella crescita e nelle divisione dei mitocondri (utili per dare energia al cervello).

Come eseguire il digiuno in modo adeguato

Per prima cosa, bisogna preparasi al digiuno qualche giorno prima eliminando dalla propria dieta carne, alcol e caffè, aumentare il consumo di frutta e verdura e camminare almeno 30 minuti al giorno.

Durante le 24 ore di digiuno, invece bisogna stare rilassati e a riposo , in un ambiente piacevole e circondandosi di persone che sostengono la vostra scelta (magari un compagno di digiuno).

Una volta terminate le 24 ore, non ingozzatevi subito, iniziate a reintegrare nel vostro organismo alimenti di origine vegetale, come frutta e verdura.  Piano piano, poi, riprendete a mangiare cibi solidi, stando attenti a seguire un’alimentazione equilibrata e non ricadere in cibi spazzatura.

Effetti collaterali 

Visto che il corpo si sta disintossicando profondamente, il digiuno, in particolar modo se supera le 24 ore e si è dipendenti da alcool, fumo e da cibi spazzatura, si potrebbero verificare degli effetti collaterali simili ad una crisi d’astinenza. Di conseguenza si potrebbero avvertire: stanchezza, malessere generale, nervosismo, giramenti di testa, insonnia, pensieri negativi e un’incredibile voglia di mangiare. Qualora dovessero comparire questi sintomi, non c’è nulla da temere, bisogna essere consapevoli che si tratta di sintomi del tutto normali.

Controindicazioni

Digiunare non è adatto a tutti. Non bisogna digiunare per alcun motivo al mondo se si è gravidanza o se si sta allattando. Se si ha una costituzione fragile, si è sottopeso o si soffre di patologie gravi, allo stesso modo, prima di digiunare, bisognerebbe sempre chiedere consiglio al proprio medico di fiducia.