Basta provare ad assaggiarlo per capire perché il cioccolato viene definito il “cibo degli Dei”!  Alimento irrinunciabile per le divinità, alla ricerca di vigore e bellezza.

Il cioccolato fondente stimola una sensazione di piacere e ha numerosi effetti benefici sull’organismo, quindi sulla nostra salute.

Ricco di magnesio, potassio, rame, ferro e calcio, tutti elementi preziosi per il nostro benessere. Nessuna traccia di colesterolo nel cacao e nel cioccolato fondente.

 

Nel cacao sono presenti alcuni antiossidanti che esercitano effetti positivi sull’organismo, contribuendo ad evitare l’ossidazione del colesterolo.

Attiva un benessere transitorio, una breve sensazione di piacere. Mangiando il cioccolato si attiva la serotonina, il cosiddetto ormone della felicità. Ottimo antidepressivo, anti-stress, che permette di incrementare piacevoli attività, compreso fare l’amore. Favorisce la tranquillità, il buonumore e il sonno.

Il cioccolato agisce anche da catalizzatore, facilitando la produzione di endorfine. Diminuiscono la sensibilità al dolore e stimolano le sensazioni di euforia.

Il cioccolato è ricco di polifenoli, sostanze antiossidanti che combattono l’invecchiamento cellulare e numerose malattie cardiovascolari (numerosi studi confermano che il cioccolato aiuta a mantenere nella norma la pressione sanguigna e a contrastare la rigidità delle arterie).

Il cioccolato è un toccasana anche per la mente. Contiene caffeina, in quantità dieci volte inferiore a quella del caffè e teobromina, un altro eccitante. Le due sostanze, presenti in piccole dosi, hanno effetto di blandi stimolatori che possono comunque aiutare in momenti di maggiore concentrazione. 

Una piccola dose di cioccolato può rappresentare la carica per riprendere un ritmo di studio o di lavoro. 

Contiene inoltre molta fibra. Questo lo trasforma in un alimento che dà una forte sensazione di sazietà, la quale riduce il desiderio di mangiare altri alimenti che possono provocare un aumento di peso.

 

È stato dimostrato che il cioccolato può essere il miglior alleato della donna, facendo sentire i suoi benefici effetti anche nei casi di sindrome premestruale. Esercita una significativa interferenza sul tono dell’umore.

Inoltre, sono sempre di più i centri estetici che utilizzano il cioccolato come cura di bellezza per la pelle. Infatti, i lipidi contenuti nel burro di cacao nutrono l’epidermide, donandole morbidezza e luminosità.

 

I primi agricoltori che iniziarono la coltivazione della pianta del cacao furono i Maya, intorno al 1000 a.C.

Gli archeologi dicono che hanno trovato tracce di cioccolato, vecchie di 2500 anni, su un piatto i cui frammenti sono datati all'incirca nel 500 a.C., nella penisola dello Yucatan.

Una leggenda narra che in tempi remoti una principessa fu lasciata, dal suo sposo partito in guerra, a guardia di un immenso tesoro. Quando arrivarono i nemici la principessa si rifiutò di rivelare il nascondiglio di tale tesoro e fu per questo uccisa.

Dal suo sangue nacque la pianta del cacao, i cui semi sono così amari come la sofferenza, ma allo stesso tempo forti ed eccitanti come le virtù di quella donna.