Molti di voi sicuramente non conosceranno il Glutatione, ma dovete sapere che è una molecola naturalmente prodotta dal nostro corpo definita, a ragione, la madre di tutti gli antiossidanti

Dovete sapere che questa molecola può rivelarsi la carta vincente per contrastare malattie degenerative come l’Alzheimer, alcuni tipi di cancro e addirittura pare possa contrastare l’ autismo

Ovviamente dato che è un potente antiossidante è ottimo per rallentare l’ invecchiamento cellulare .

Cos’è il Glutatione

Ma andiamo un po’ più a fondo. Il Glutatione , come detto precedentemente, è una molecola prodotta spontaneamente dal nostro corpo, scientificamente è prodotta dall’unione di 3 elementi  appartenenti alle proteine e agli amminoacidi : glicina, cisteina e glutamina

L’elemento che permette al Glutatione di rigenerarsi , e così adempiere alla sua funzione, è lo zolfo . Questo elemento attira a se tutte le sostanze dannose per l’organismo come il mercurio o i radicali liberi

In tal modo il sistema immunitario sarà rinforzato aiutando nella prevenzione di malattie infettive, alcune patologie tumorali e addirittura anche l’AIDS.

E’ stato inoltre dimostrato che chi ha ottimi livelli di Glutatione ha una maggiore prestazione muscolare, un migliore recupero dopo uno sforzo ed una elevata forza fisica. Inoltre vi è un’apprezzabile azione sul metabolismo dei grassi favorendo lo sviluppo muscolare .

Tuttavia l’evoluzione e lo sviluppo della società ha sottoposto l’organismo all’attacco di fattori inquinanti e di stress fisico che riducono la produzione di Glutatione. 

Questo si traduce in una maggiore probabilità ad ammalarsi, soprattutto quando non si è più giovani.

Come aumentare i livelli di Glutatione con l’alimentazione

E’ possibile però aumentare la produzione di Glutatione in modo del tutto naturale , aumentando l’assunzione di alcuni alimenti.  Vediamoli:


  • Lo zolfo è l’elemento che innesca il meccanismo di produzione del Glutatione, quindi è bene consumare alimenti che lo contengono, ovvero cipolla, aglio e carciofi.
  • E’ consigliabile assumere proteine bioattive, è bene preferire ad esempio il latte non prodotti industrialmente, quindi senza la presenza di pesticidi o antibiotici.
  • Assumere cibi ricchi di acido folico e vitamina B6 e B12 permette al Glutatione di rigenerarsi più facilmente.
  • Allo stesso modo anche la vitamina C ed E essendo potenti antiossidanti favoriscono la produzione di Glutatione.
  • Assumere integratori a base di silimarina, miscela usata per la cura delle malattie epatiche, stimola la produzione di Glutatione.
  • Infine fare molta attività fisica migliora la produzione di Glutatione, l’attività fisica può essere svolta da tutti, ovviamente con un piano di allenamento personalizzato in base all’età, e dovrà essere costante, almeno tre volte a settimana

Ora che abbiamo conosciuto meglio il Glutatione a bbiamo la possibilità di incrementare la sua produzione così che il nostro corpo sia maggiormente protetto dalle malattie infettive , la nostra salute mentale ne possa trarne giovamento e il processo d’ invecchiamento a cui tutti noi siamo sottoposti sia il più sano possibile.