Tutti sappiamo che gli alimenti coltivati in modo biologico hanno dei vantaggi qualitativi, ma spesso, dato il prezzo più alto, non ci soffermiamo a riflettere bene quali essi siano e scegliamo comunque il prodotto classico, magari quello in offerta. Noncuranti del fatto che la nostra salute futura dipende sopratutto da ciò che ingeriamo oggi.
Oggi parliamo delle mele , per esporvi un vantaggio ben percepibile del bio rispetto al tradizionale prodotto industriale.

Sappiamo che nelle mele alcune preziose sostanze benefiche sono concentrate soprattutto nella buccia .

Purtroppo però, nelle mele coltivate in modo tradizionale, anche le sostanze dannose ( pesticidi , erbicidi , anticrittogamici ) sono concentrate nello strato della buccia, per questo quando scegliamo di mangiare una mela tradizionale è necessario sbucciarla e mangiare soltanto l’interno, questo per evitare di ingerire i pericolosi prodotti chimici sopra citati, per noi velenosi o cancerogeni, peccato però che l'interno della mela, rispetto alla buccia possieda meno sostanze benefiche.
Nelle mele coltivate in maniera biologica invece questo problema non sussiste: con il metodo biologico non si fa uso di alcun prodotto chimico pericoloso per l'uomo durante la coltivazione e lo stoccaggio, per cui anche la buccia può essere mangiata (sempre consigliabile però lavarla prima, per via dei batteri che possono trovarvisi sopra dati i lunghi periodi in cui tale strato esterno è stato a contatto con ambienti esterni quali quello di esposizione e stoccaggio).

Un studio condotto alle Hawaii ha dimostrato che le persone che mangiano più cipolle e mele, grazie alla forte presenza di quercetina , hanno minor rischio di contrarre il cancro ai polmoni.

La quercetina è un antiossidante che blocca la crescita delle cellule tumorali, contrastando quindi tumori ai polmoni, alla mammella, fegato e colon.
Nelle buccia della mela troviamo anche composti vegetali naturali come i triterpenoidi , che rallentano o uccidono le cellule tumorali, prevenendo la loro comparsa.


Un altro elemento presente nelle mele biologiche è la pectina , una fibra solubile anch’essa utile nella lotta contro il cancro, utilizzata normalmente come gelificante nella realizzazione di marmellate e confetture.


Le mele biologiche sono utili anche nella lotta contro il colesterolo alto e malattie cardiache : i flavonoidi presenti infatti fungono da antiossidanti, fermando l’ossidazione del colesterolo di tipo cattivo e proteggono dall’indurimento delle arterie.

Loading...


Alcuni studi dimostrano come negli adulti che consumano mele e prodotti derivati, possiedono meno grasso addominale , abbassando la pressione sanguigna , e un rischio basso di sviluppare malattie croniche come diabete e malattie cardiache.  


Quindi il detto “una mela al giorno toglie il medico di torno” non è solo un vecchio proverbio della nonna ma sembra che si basi su studi scientifici ! Ma non dimentichiamo che per farlo funzionare questo 'detto' è meglio se mangiamo mele coltivate con il metodo biologico!