Quello di cui parleremo oggi è un alimento molto amato ed utilizzato spesso in cucina per conferire più sapore e croccantezza ai piatti: i pinoli

Non tutti sanno, però, esattamente di cosa si tratta e come possono essere utilizzati... ve lo diciamo noi! 

Che cosa sono?  

Sono semi oleosi appartenenti alla famiglia della frutta secca e provenienti da alcune tipologie di pini e sono contenuti all'interno delle pigne. È possibile quindi trovarli a terra in presenza di pinete, soprattutto in Estate ma sono disponibili anche nei supermercati già confezionati. Quelli più noti e della migliore qualità arrivano da Pisa. 

Quali sostanze contengono?  

Al loro interno si trovano molti elementi che apportano enormi benefici al nostro organismo, infatti, questi semi contengono: 

  • calcio 
  • ferro 
  • fibre 
  • fosforo 
  • manganese 
  • potassio 
  • rame 
  • vitamina B 
  • vitamina E 
  • vitamina K 
  • zinco 
  • zuccheri 

Essi sono un alimento, peraltro, povero di colesterolo

Quali sono i loro benefici?  

Tutte le sostanze contenute in questi piccoli semi conferiscono ad essi molteplici proprietà per ottimizzare la salute del nostro organismo

  • abbassano i livelli di stress; 
  • aiutano il corretto sviluppo del feto durante la gravidanza; 
  • alleviano i disturbi dovuti ai dolori mestruali; 
  • aumentano la fertilità; 
  • contrastano i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento della pelle; 
  • danno energia; 
  • difendono la vista da eventuali attacchi esterni; 
  • migliorano la circolazione; 
  • ostacola l’ipertensione; 
  • proteggono il cuore; 
  • controllano l’attività intestinale; 
  • regolano i livelli del colesterolo. 

Sono un ottimo alimento per i soggetti che seguono una dieta priva di glutine

Per cosa vengono utilizzati? 

Vengono impiegati per realizzare ricette dolci come il famoso strudel di mele, ma anche ricette salate come le torte salate o il pesto. 

Presentano controindicazioni?  

I soggetti in sovrappeso devono limitarne l’assunzione perché sono frutti molto calorici ed è sconsigliato l’uso durante l’ allattamento in quanto alterano il gusto del latte materno. 

Accertarsi, inoltre, di non presentare allergie alimentari