Menù

Aglio proprietà e controindicazioni

Shares
Read Carefully

In questo articolo vedremo quali sono le proprietà benefiche dell’aglio, i modi d’uso e quali sono le controindicazioni per la sua assunzione. 

L’aglio è un bulbo che viene utilizzato di frequente per insaporire i cibi tipici della cucina mediterranea.

In Italia la usiamo molto, ma forse non tutti sono consapevoli del fatto che essa è anche una pianta medicinale che può apportare molti benefici alla salute. Non a caso negli antichi affreschi egizi l’aglio veniva indicato come un alimento essenziale per mantenere sempre sani gli schiavi, che dovevano essere in forma per lavorare.

Inoltre scopriremo qualche piccolo trucco per riuscire a mangiare l’aglio crudo senza che il nostro alito ne risenta.

Caratteristiche dell’aglio

Il nome scientifico dell’aglio è allium sativum, si tratta di un bulbo composto da diversi spicchi ricoperti da una membrana. Possiamo distinguere almeno quattro specie di aglio: l’aglio rosso, coltivato prevalentemente a Nubia e Sulmona, l’aglio bianco come l’aglio calabrese, l’aglio rosa, tipico della regione campana e l’aglio orsino o selvatico, questo tipo di bulbo ha una forma più allungata, simile a quella del porro, come si può vedere in foto.

L’aglio ha un sapore particolare, che non tutti gradiscono, dovuto ad una sostanza chimica che deriva dallo zolfo ed è la causa dell’alito cattivo che possiamo avere quando mangiamo dell’aglio.

Proprietà benefiche dell’aglio

L’aglio contiene l’allicina e la garlicina, che sono sostanze che hanno potere antibiotico: per questo si dice che l’aglio sia il più potente antibiotico naturale di cui disponiamo. Inoltre è anche antibatterico, ed è forse questo il motivo per cui la superstizione popolare prevede che si usino collane di aglio per tenere lontani i vampiri, in quanto questi ultimi erano visti come agenti esterni nocivi da debellare.

L’aglio ha tantissime proprietà benefiche e curative, esso funziona da:

– antibiotico naturale:

l’aglio contiene acidi solfonici, derivanti dallo zolfo, che gli conferiscono proprietà antibatteriche e lo rendono un alleato per il nostro sistema immunitario. La sua azione antibatterica rende l’aglio un perfetto antibiotico naturale, in grado di sconfiggere virus ed infezioni;

– antiparassitario:

l’aglio, grazie al suo contenuto di allicina e ajoene, svolge funzioni antiparassitarie, soprattutto nei confronti dei vermi che possono infestare l’intestino dei bambini. In  questo caso il modo più indicato per assumere l’aglio consiste nel far bollire un bicchiere di latte con due spicchi di aglio, spegnere il fuoco e lasciare riposare per circa dieci minuti prima di togliere l’aglio e bere il latte;

Loading...

– antiossidante:

le vitamine B e C, i solfuri e il selenio contenuti nell’aglio hanno proprietà antiossidanti, utili per combattere i radicali liberi e, da alcuni studi svolti solo in provetta, sembra che aiuti a prevenire i tumori;

– purificatore del fegato:

l’aglio aiuta il fegato ad eliminare le sostanze nocive, utile per coloro che soffrono di malattie epatiche o che vogliono prevenirle;

Rimedio naturale per il mal di denti:

Le proprietà antibiotiche dell’aglio aiutano a guarire dal mal di denti e ad alleviare il dolore, a questo scopo si dovrebbe masticare un pezzo di aglio nella zona del dente dolente, in questo modo esso rilascia delle sostanze che svolgono azione disinfettante e antidolorifica.

Riduce il colesterolo

Alcuni studi hanno dimostrato che l’aglio abbassa i livelli di colesterolo cattivo nel sangue agendo sugli enzimi che lo producono. Inoltre possiede un’azione vasodilatatrice e per questo è consigliabile l‘aglio per abbassare la pressione Un vero toccasana per il cuore e la circolazione.

Qualche trucco per mangiare aglio crudo senza che l’alito ne risenta:

Tutto questo vale solo se l’aglio viene mangiato crudo. cotto infatti perde quasi il 90% delle sue virtù benefiche. Anche se molti non sopportano l’odore e il sapore dell’aglio, che in effetti è un po’ forte, ci sono molti modi per consumarlo in cucina. In alternativa esistonopreparati erboristici che ne sfruttano i principi attivi ma che sono insapori e senza odore.

  1. tagliate lo spicchio a metà ed estraete il germoglio verde;
  1. dopo aver mangiato l’aglio masticate per un minuto del prezzemolo fresco;
  1. tagliate a pezzi l’aglio e una mela (o il frutto che preferite), assumete il pezzetto di aglio con dell’acqua, come se fosse una compressa, e alternate un pezzo di mela ad ogni pezzo di aglio che mangiate;
  1. tritate qualche spicchio di aglio e lasciatelo macerare per almeno dieci minuti nell’olio extravergine d’oliva, il quale inibisce l’odore dell’aglio. Poi potete spalmare l’aglio su una fetta  di pane e mangiarlo.

Controindicazioni dell’aglio

Anche se l’aglio è un alimento dalle molteplici proprietà benefiche non si deve eccedere con le dosi e consumarne più di quattro spicchi al giorno.

Inoltre ci sono dei casi nei quali ne viene sconsigliata l’assunzione:

  •  se si soffre di mal di stomaco, ulcere, gastriti e problemi alla tiroide;
  •  per le donne in gravidanza perché diminuisce i tempi di coagulazione e per le donne che allattano poiché dona al latte un sapore poco gradevole.
Loading...
Advertisement
Top