Menù

Asparagi: Benefici e Controindicazioni

Condivisioni
Leggi con attenzione

Gli asparagi sono ortaggi gustosi e delicati, ricchi di proprietà benefiche. La loro importazione dall’Asia all’Europa, risale a moltissimi anni fa. La Francia, l’Italia e la Germania sono i maggiori produttori di asparagi a livello Europeo. 

Gli asparagi più conosciuti sono quelli di colore verde, ma esistono anche asparagi viola, rosso-viola e bianchi. Nonostante il colore sia diverso, le proprietà nutrizionali rimangono invariate, l’unica sostanziale differenza sta nel sapore.

Proprietà degli asparagi

Questi magnifici ortaggi, oltre ad essere poco calorici, contengono fibre vegetali, acido folico, carotenoidi (sono antiossidanti, svolgono una funzione protettiva della pelle e delle mucose, stimolano l’azione del fegato), vitamina C (che ha un’azione antiossidante e stimolante del sistema immunitario), vitamine del gruppo B (B1, B2, B3, B5), sali minerali (potassio, fosforo, magnesio, zinco e calcio). Inoltre, questi particolari ortaggi hanno dello sostanze che li caratterizzano : l’asparagina (un particolare amminoacido dall’effetto diuretico), la rutina (un bioflavinoide che protegge capillari e ne fortifica le pareti) e il glutatione (una sostanza endogene epatoprotettiva considerata l’antiossidante più importante che esista a livello cellulare).

Benefici degli asparagi

Come la maggior parte delle piante presenti in natura, gli asparagi hanno moltissime proprietà terapeutiche:

1.I principi nutritivi presenti negli asparagi hanno una funzione antinfiammatoria. Proprio per questo, aiutano a ridurre il rischio di patologie croniche, come il diabete di tipo 2. Questa proprietà è dovuta alla presenza di cromo, un minerale utile per controllare il livello di zuccheri nel sangue.

2.Gli asparagi, grazie al loro contenuto di antiossidanti (tra cui il glutanione), aiutano a proteggere la pelle dall’inquinamento, dai raggi solari e dagli agenti atmosferici. 

3.Questo ortaggio, presenta proprietà diuretiche, date dalla combinazione azoto/potassio e dall’asparagina e proprietà digestive, grazie all’elevato contenuto di fibre in grado di facilitare il processo digestivo. 

4.Le radici degli asparagi, vengono usate per apportare benefici a chi ha problemi di cuore. Queste ultime, sono in grado di eliminare l’acqua che ristagna nei tessuti. E infine, contengono sali minerali e vitamine utili per il buon funzionamento del cuore.

5. Un consumo di alimenti ricchi di folati, come gli asparagi, possono alleviare i dolori legati all’artrite reumatoide. Questi ortaggi, infatti, sono dotati di proprietà antinfiammatorie utili per il trattamento di questa patologia cronica.

7. Questo vegetale, in particolare l’asparago selvatico, secondo diversi studi, presenta dei fitonutrienti (saponine), in grado di svolgere un’azione antitumorale e antinfiammatoria. 

Valori nutrizionali degli asparagi

100 grammi di Asparagi apportano circa 20 kcal e contengono: 2,2 grammi di proteine, 3,88 grammi di carboidrati, 1,88 grammi di zuccheri, 0,12 grammi di grassi (di cui 0,04 gr. saturi, 0 gr, monoinsaturi e 0,05 gr. polinsaturi, 0 gr. di colesterolo), fibra alimentare 2,1 grammi, sodio 2 mg. 

Controindicazioni degli asparagi

A causa delle proprietà fortemente diuretiche degli asparagi, i soggetti con problemi di calcoli, cistiti e problemi renali, possono avere problemi di tipo irritante alle vie urinarie. Inoltre, per l’elevata presenza di purine, gli asparagi sono assolutamente sconsigliati a chi ha problemi di gotta. 

Leggi anche  Peperoncino: proprietà e benefici, non solo "piccanti".

Possono inoltre creare reazioni allergiche a chi è allergico a tutte le piante appartenenti alla famiglia delle Liliacee (cipolle, porri etc).

Gli asparagi, contengono raffinosio, questo carboidrato, per essere digerito all’interno dell’organismo,deve essere in primo luogo fermentato. Mentre si verfica questo processo di fermentazione, è possibile che si formino dei gas intestinali che possono causare spiacevoli episodi di flatulenza.

Loading...

Come pulire e cucinare gli asparagi

Innanzitutto, quando si va al supermercato, bisogna verificare la freschezza di questo meraviglioso ortaggio. Quest’ultimo deve essere duro ma non legnoso. La cima dell’asparago deve essere ben chiusa e con la punta soda, il gambo deve essere secco,ma non appassito e infine, devono essere belli dritti e senza screpolature.

Come si puliscono gli asparagi? 

Per prima cosa, bisogna lavarli sotto acqua corrente e, successivamente devono essere asciugati con un panno da cucina pulito. Dopo averli lavati, con l’aiuto di un coltello, la parte legnosa che sta alla base dell’asparago, deve essere eliminata. Infine, con un pelapatate, va eliminata la parte esterna e coriacea dell’asparago sino ad arrivare a pochi centimetri dalla cima. Dopo questi 3 semplici passaggi, gli asparagi sono pronti per essere utilizzati e/o cucinati.

Per preservare al meglio i valori nutrizionali dell’asparago, l’ideale sarebbe consumarli crudi

Il sapore dell’asparago crudo è molto intenso, non a tutti piace. Per consumarli crudi, l’ideale sarebbe tagliarli a fettine piccole e condirli con un po’ di succo di limone, sale ed olio. 

Se invece, si vogliono consumare cotti, l’ideale sarebbe cuocerli a vapore per alcuni minuti. Anche lessare l’asparago risulta essere un ottimo modo per preservare le proprietà organolettiche di questo ortaggio (bastano 10 minuti). Gli asparagi possono essere cotti interi, tagliati, affettati o frullati. Questo ortaggio è molto versatile, è infatti adatto ad ogni tipo di preparazione (insalate, risotti, frittate, vellutate e chi più ne ha più ne metta).

Clicca qui per scoprire 5 ricette facili e veloci con gli Asparagi.

Loading...
loading...
Advertisement
Top