Menù

Castagne – proprietà e benefici per la salute

Shares
Read Carefully

Le castagne, si sa, sono il simbolo della stagione fredda. Da raccogliere nei boschi o in zone comunque lontane dall’inquinamento, le castagne offrono numerosi benefici per la salute. Prima di conoscere le tante virtù delle castagne, scopriamo le 4 varietà in cui si differenziano:

  • Marroni: sono il tipo più ricercate, si caratterizzano per la pellicola piuttosto sottile e superficiale che , non penetrando nel frutto, mantiene lo stesso intatto. Solitamente sono consumati freschi o utilizzati per la preparazione di marron glacé.
  • Castagne: sono molto diffuse e , pur essendo presenti in diverse qualità, hanno tutte la caratteristica pellicola che penetra in profondità nel frutto fino a dividerlo in due. Sono impiegate principalmente per la preparazione di farine o marmellate, ma vengono destinate anche al consumo fresche o secche.
  • Giapponesi: sono castagne che provengono da piante molto delicate, che necessitano di molte cure affinché possano dare frutti stagionali, proprio per questo sono poco comuni.
  • Ibridi Eurogiapponesi: come dice la parola stessa, questo tipo di castagne nasce dall’incrocio tra il castagno europeo e quello giapponese. Da esso nasce una pianta più resistente alle malattie e capace di garantire un raccolto stagionale.

Le virtù delle castagne

Le castagne sono composte per gran parte di carboidrati, mentre solo in minima parte di lipidi e proteine. Essendo di origine vegetale sono del tutto prive di colesterolo. Sono altresì una grossissima riserva di sali minerali; in 100 grammi di castagne (considerata unicamente la parte edibile) sono contenuti ben 395 mg di potassio, 81 mg di fosforo, 30 mg di calcio e 0,9 mg di ferro. Da ciò si evince che le castagne sono un ottimo integratore di sali minerali, utile nei periodi di forte stress o di particolare impegno fisico o intellettuale.

Credits


Copyright: Karl Allgaeuer/shutterstock

Le castagne, se ben cotte, risultano essere molto digeribili ed essendo ricche di sostanze amidacee, vengono equiparate a molti cereali. Utilizzate quindi in sostituzione di prodotti graminacei, le castagne sono spesso inserite in piani alimentari senza glutine, essendone completamente prive.

Leggi anche  Bacche di Goji: Ecco tutto ciò che c'è da sapere su questo piccolo frutto dalle tante virtù benefiche

Le castagne sono ricche anche di vitamina B che, unita al fosforo, collabora a mantenere in equilibrio l’apparato nervoso, mentre associata al potassio partecipa al mantenimento dell’equilibrio nutrizionale. Ma le virtù delle castagne non finiscono qui, essendo un tonico del sistema venoso, sono utili a tutti colori che hanno una predisposizione alla comparsa di varici o emorroidi. 

Le castagne donano giovamento anche in caso di stitichezza poiché contengono cellulosa che facilita il transito intestinale.
Nelle castagne è contenuta anche una buona quantità di acido folico, per questo motivo sono particolarmente raccomandate in gravidanza, ma anche in casi di magrezza eccessiva o anemia.

Credits


Copyright: Chamille White/shutterstock

Loading...

Controindicazioni

Le castagne essendo molto energetiche hanno ovviamente un apporto calorico importante, per questo motivo sono sconsigliate per coloro che intendono perdere peso. 

Sono inoltre poco raccomandate a coloro che soffrono di disturbi quali diabete, patologie del sistema epatico, aerofagia o colite; in questi casi tuttavia è consigliabile eseguire gli opportuni approfondimenti al fine di verificare se un uso sporadico possa causare danni o effetti indesiderati.

Curiosità

Forse non tutti sanno che le castagne nel Medioevo erano considerate un alimento afrodisiaco, in partcolar modo quando venivano lasciate a macerare nel vino o cotte in esso.

 In cucina le usiamo così

L’uso in cucina delle castagne per eccellenza è nella preparazione di caldarroste, cotte su fuoco o sulla brace. Dalle castagne secche si ricava la farina usata per la preparazione di dolci, il più conosciuto è il castagnaccio. Le castagne si prestano bene anche nella preparazione di zuppe, inserendole intere tra gli ingredienti, o purea precedentemente lessate e poi schiacciate.

Loading...
loading...
Advertisement
Top