Introduzione

Il farro è un cereale che, da qualche tempo, viene consumato in grande quantità, spesso viene sostituito al riso per preparare zuppe e minestre. 

Ha tantissime proprietà benefiche  e un apporto calorico basso, è ricco di vitamina A e B, di potassio, magnesio, fosforo e diverse fibre e proteine vegetali. 

Quanto dovrei mangiarne?

Vediamo perché sarebbe importante assumerne una porzione (80 grammi) al giorno o, in alternativa, almeno 3-4 porzioni alla settimana.

Innanzitutto il farro può essere considerato una valida alternativa nel consumo di cereali , è sempre un bene, infatti, variare la nostra alimentazione sostituendo di frequente i cibi che assumiamo.

In particolare, il farro , è un cereale che contiene un numero maggiore di proteine rispetto agli altri frumenti ed è povero di grassi. 

Quante calorie contiene?

Esistono diverse varietà di farro , uno dei migliori è certamente il farro integrale che contiene una dose maggiore di fibre, protegge l’intestino e aiuta il transito intestinale.  100 gr di farro integrale contengono circa 300 calorie

 

Benefici del farro  

Si digerisce più facilmente se paragonato al grano tenero o a quello duro. Se soffriamo di stitichezza si rivela un grandissimo alleato in quanto ha delle proprietà lassative , inoltre mangiare farro aiuta a difendere l’apparato digerente da patologie come ad esempio la gastrite

Il farro viene consigliato anche alle persone che sono a dieta , è un alimento che sazia e contemporaneamente riduce il livello di calorie assunte, l’elevato contenuto di fibre insolubili aiuta la depurazione dell’intestino

Inoltre, il farro , riduce il rischio di aterosclerosi , aiuta ad abbassare il livello di colesterolo LDL nel sangue e quindi previene eventuali problemi cardiovascolari . Le sue fibre e tutti gli elementi nutritivi che contiene servono a prevenire ischemie, obesità e il diabete .

Quando non si può assumere il farro?

È sicuramente sconsigliata l’assunzione ai   celiaci , in quanto il farro contiene glutine e agli allergici alle proteine del grano, in questo ultimo caso bisognerebbe chiedere il parere del medico di fiducia poiché, le proteine del farro, sono più digeribili rispetto ad altre e quindi potrebbero essere tollerate da alcuni individui allergici a quelle del grano.
Nell'immagine seguente è possibile notare come il farro - in inglese  'spelt' - si collochi a metà strada tra i cibi con contenuto di glutine : il suo contenuto di glutine è infatti i nferiore a quello del grano , ma superiore a quello del riso o del mais .


Consigli su come assumerlo

Come abbiamo visto introdurre il farro nella nostra alimentazione può portare molti benefici, magari alterniamolo al riso di tanto in tanto e la nostra salute ne trarrà giovamento. Ad esempio, con l’arrivo del caldo, potete preparare il farro all’insalata , unendo pomodori, mais, tonno e tutto ciò che desiderate.