Menù

I 6 incredibili benefici del Kefir

Condivisioni
Leggi con attenzione

Il Kefir è una bevanda fermentata, tradizionalmente prodotta con latte vaccino o caprino. È fatto aggiungendo i grani di kefir al latte. Questi grani sono colonie di lievito e di batteri dell’acido lattico, che all’apparenza ricordano un cavolfiore. Nell’arco di circa 24 ore, i microrganismi dei chicchi di kefir si moltiplicano e gli zuccheri nel latte fermentano, trasformandolo appunto in kefir. I grani vengono poi rimossi dal liquido e possono essere riutilizzati per un’altra preparazione. In altre parole, il kefir è la bevanda, ma i grani di kefir sono la materia prima che si usa per fare la bevanda.

Il nome deriva dalla parola turca keyif, che significa “sentirsi bene” dopo aver mangiato. Moltissime persone considerano il Kefir molto più sano dello yogurt.  Quest’ultimo infatti vanta di moltissime proprietà, tra cui:

1. È una ricca fonte di nutrienti

Credits


I batteri dell’acido lattico dei grani di kefir, trasformano il lattosio del latte in acido lattico, quindi il kefir ha un sapore acido come lo yogurt ma ha una consistenza più sottile.

175 ml di kefir a basso contenuto di grassi contengono

  • Proteine:4 grammi;
  • Calcio:10% della RDI;
  • Fosforo:15% della RDI;
  • Vitamina B12: 12% della RDI;
  • Riboflavina (B2): 10% della RDI;
  • Magnesio: 3% della RDI.
  • ed una piccola quantità di vitamina D.

Il kefir ha circa 100 calorie, 7-8 grammi di carboidrati e 3-6 grammi di grassi, a seconda del tipo di latte utilizzato. Contiene anche una varietà di composti bioattivi, tra cui acidi organici e peptidi che contribuiscono ad apportare benefici per la salute.

Se si desidera preparare il kefir senza lattosio, si può utilizzare: acqua di cocco, latte di cocco e/o altri tipi di latte. Questi però non avranno gli stessi principi nutritivi del kefir fatto con il latte.

Leggi anche: come capire che vitamina ti manca e dove trovarla

2. È un potente probiotico 

Alcuni microrganismi hanno degli effetti davvero benefici sulla salute del nostro organismo. Questi ultimi sono conosciuti come probiotici e sono in grado di favorire la digestione, tenere sotto controllo il peso e migliorare la salute mentale.

Lo yogurt è il cibo probiotico più conosciuto nella dieta occidentale, ma il kefir, in realtà, è una fonte molto più potente. I grani di Kefir contengono fino a 61 ceppi di batteri e lieviti, mentre altri prodotti lattiero-caseari fermentati sono fatti da molti meno ceppi e sono privi di lieviti.

3. Ha proprietà antibatteriche

Alcuni probiotici presenti nel kefir sono in grado di proteggere il nostro organismo dalle infezioni. Tra questi, c’è uno speciale probiotico, che si trova solo nel kefir ed è il Lactobacillus kefiri. Diversi studi hanno dimostrato che questo probiotico è in grado di inibire la crescita di vari batteri nocivi, tra cui la Salmonella, l’Helicobacter pylori ed Escherichia coli. Anche il Kefiran (un glucide presente nel kefir) vanta di proprietà antibatteriche.

4. Riduce il rischio di osteoporosi e migliora la salute di ossa e denti

Credits


L’osteoporosi è caratterizzata da un deterioramento del tessuto osseo ed è problema piuttosto comune tra persone anziane. Garantire un adeguato apporto di calcio nella dieta è uno dei metodi più efficaci per migliorare la salute delle ossa e rallentare la progressione dell’osteoporosi. 

Il Kefir, non è solo una fonte di calcio, ma anche di vitamina K2. Essa svolge un ruolo centrale per quanto riguarda il metabolismo. La vitamina K2, assieme al calcio riduce dell’81% il rischio di fratture ossee. Per di più, secondo gli studiosi, il kefir promuove l’assorbimento del calcio nelle cellule ossee e questo porta ad avere una miglior densità ossea.

Loading...

5. È utile contro i problemi di digestione

I probiotici presenti nel kefir sono in grado di ripristinare l’equilibrio dell’intestino. Per questo motivo, questa bevanda, risulta molto efficace anche in casi di diarrea. Ma non solo, i cibi ricchi di probiotici sono in grado di alleviare e prevenire moltissimi problemi digestivi tra cui: la sindrome del colon irritabile, le ulcere causate dall’ H. Pylori e moltissimi altri.

6. Ha un basso contenuto di lattosio

I latticini per natura contengono uno zucchero denominato lattosio. Moltissime persone, sono intolleranti e/o non sono in grado di digerire in maniera corretta questo zucchero. 

I batteri dell’acido lattico nei latticini fermentati (tra cui appunto il kefir e lo yogurt), trasformano il lattosio in acido lattico e, di conseguenza, il contenuto di lattosio di questi alimenti si abbassa in maniera notevole. Pertanto, il kefir è molto ben tollerato dalla maggior parte delle persone che è intollerante al lattosio. Come detto prima, è possibile produrre il kefir 100% privo di lattosio utilizzando un altro tipo di liquido.

Come fare il kefir a casa

Credits


Il kefir è facilissimo da realizzare. Ti basterà acquistare i grani di Kefir (disponibili in alcuni negozi di alimenti, online e nei supermercati che hanno questo tipo di prodotti) e seguire questo semplice procedimento:

  • Metti 1–2 cucchiai di chicchi di kefir all’interno di un vasetto;
  • Aggiungi circa 2 tazze di latte, preferibilmente bio e lascia 1/3 di spazio nella parte superiore del vasetto;
  • Copri il composto e lascialo riposare per un minimo di 8 ore ad un massimo di 36 ore, a temperatura ambiente.

Dopo aver lasciato riposare il liquido, filtratelo e la vostra bevanda è pronta per essere consumata. I grani rimasti nel colino, possono essere riutilizzati per la preparazione di un altro kefir.

Leggi anche: accelera il metabolismo con questi rimedi naturali

Leggi anche  Mangi la Frutta a Fine Pasto? Dovresti Leggere Cosa Succede al Tuo Organismo
Loading...
loading...
Advertisement
Top