Menù

L’importanza di Includere i Semi nella tua Dieta

Condivisioni
Leggi con attenzione

Ormai siamo tutti consapevoli di quanto seguire una corretta alimentazione sia fondamentale per la nostra salute e il nostro benessere. Spesso sentiamo anche parlare dei “cibi del futuro”: quelli che, presumibilmente, diventeranno la fonte principale di sostanze nutrienti per la popolazione mondiale.

Oggi ti vogliamo parlare proprio di alcuni “supercibi” insospettabili che dovresti includere nella tua dieta. Non ti allarmare, non si tratta di bruchi e cavallette! Si tratta di alimenti molto più “innocui” e anche gustosi, anche se a volte magari tu li scarti. Parliamo dei semi.

I semi non sono altro che il germoglio di una pianta, quello da cui poi nascerà tutto il resto. Quindi sono ricchissimi di micronutrienti e di sostanze fondamentali per il benessere del nostro organismo. Ti piacerebbe sapere quali sono quelli più salutari, e come li puoi includere nei tuoi pasti quotidiani? Continua a leggere!

Fonte: www.tastingtable.com

SEMI DI ZUCCA

I semi di zucca tostati sono ottimi come snack salutare, ma anche da aggiungere a zuppe e minestre, o da aggiungere al muesli della prima colazione.

Nei semi di zucca ci sono tanti antiossidanti che proteggono l’organismo da un invecchiamento precoce. Inoltre i semi di zucca contengono omega 3 e zinco, che aiutano a fortificare le ossa e a combattere artrite e osteoporosi.

I semi di zucca contrastano l’innalzamento dei livelli di colesterolo “cattivo” e proteggono da varie tipologie di tumore, tra i quali quello alla prostata.

Fonte: www.mymommystyle.com

SEMI DI SESAMO

I semi di sesamo si possono usare per insaporire cari tipi di ricette sia crudi che tostati. Si possono usare per preparare delle barrette dolci da sgranocchiare quando si ha un calo di zuccheri, o per realizzare il gomasio, un  preparato che sostituisce efficacemente e in modo più salutare il sale a tavola.

Nei semi di sesamo troviamo un’altissima concentrazione di calcio, utile per il benessere dell’apparto osteo-articolare. Inoltre essi aiutano a rafforzare il sistema immunitario, per cui andrebbero consumati quando si è in fase di convalescenza dopo una brutta infreddatura.

Fonte: huffpost.com

SEMI DI PAPAVERO

I semi di papavero si usano soprattutto per confezionare pane e dolci. La loro principale virtù è quella antidolorifica. Nei semi di papavero sono infatti presenti dei composti che solitamente si trovano nei comuni antidolorifici oppiacei.

Consumare semi di papavero così aiuta a calmare la tosse e in generale regala senso di rilassatezza  e benessere. Inoltre sono ricchi di acidi grassi omega 3 utili a combattere l’infiammazione dei tessuti.

Loading...

Fonte: sites.psu.edu

SEMI DI LINO

I semi di lino sono molto usati da chi segue una dieta vegetariana e vegana al posto delle uova. Infatti, triturati finemente e aggiunti alle ricette, fungono da legante. Fa molto bene all’organismo assumerne un cucchiaio al mattino insieme a molta acqua.

I semi di lino vanno sempre preferibilmente tritati molto finemente e assunti crudi. In questo modo aiutano le funzioni intestinali e forniscono un buon apporto di Omega 3.

Fonte: www.livestrong.com

SEMI DI ANGURIA

Per finire, non dimentichiamo i semi della frutta. I semi dell’anguria, che noi spesso buttiamo via selezionandoli ad uno ad uno con cura meticolosa, in realtà sono ottimi da mangiare perchè sono ricchi di vitamina E. Proteggono dalle malattie cardiovascolari e sono altamente diuretici.

Fonte: businesstoday.co.ke

SEMI DI UVA

I semini presenti negli acini di uva andrebbero ingoiati poichè hanno proprietà antinfiammatorie e protettive dell’apparato cardiocircolatorio. Puoi saperne di più sul loro conto e su come si usano leggendo questo interessante articolo.

Fonte: www.livestrong.com

COME CONSUMARE I SEMI

I semi si possono consumare nei modi che abbiamo già illustrato ma anche messi dentro all’insalata per insaporirla e arricchirla delle loro virtù nutritive. Inoltre esistono anche i relativi oli, sani  e gustosi, e si può preparare il latte di semi.

Ad esempio, ecco come puoi preparare il latte di semi di sesamo. Ti serve una tazza di semi di sesamo e tre tazze di acqua, oltre a  una bacca di vaniglia e un cucchiaino di miele. 

Lascia i semi in ammollo nell’acqua per almeno 8 ore insieme a qualche goccia di succo di limone. Filtra il tutto, addolcisci con il miele e dolcifica con l’estratto della bacca di vaniglia e… gusta!

Avresti mai creduto che i semi potessero essere così utili… e così buoni?

Leggi anche  Associazioni alimentari sbagliate
Loading...
loading...
Advertisement
Top