Muscoli di grano: sembra carne ma non è ma nasconde interessanti proprietà nutritive

Muscoli di grano: sembra carne ma non è ma nasconde interessanti proprietà nutritive

Prodotto tutto nostrano, il muscolo di grano è stato inventato da Enzo Marascio nel 1991, in Calabria e non è altro che un derivato dalla lavorazione della farina di frumento con l’aggiunta di una farina di legumi. E’ un alimento privo di colesterolo, ma con un buon livello proteico. Alimento completamente vegetale, la fa da padrone nella cucina di vegetariani e vegani (anche se poi c’è chi gli preferisce il seitan), ma prevede anche delle controindicazioni. Scopriamolo insieme!

Muscolo di grano: cos’è e che sapore ha
Il muscolo di grano si ottiene tramite la lavorazione del glutine della farina di frumento assieme ad una farina di legumi (ottenuta dalle lenticchie, dai lupini, dai piselli, ceci o dalla soia). Solitamente viene lavorato e cotto in acqua aromatizzata con olio d’oliva, basilico, menta, origano, rosmarino e alloro. Si ottiene così un preparato simile al seitan, ma più morbido e più ricco dal punto di vista nutrizionale. L’odore è simile a quello del pane appena sfornato e l’aspetto, per via della sua lavorazione, ricorda molto quello della carne e il sapore quello del pollo e dei funghi. Lo si può trovare in moltissime forme: dall’affettato, alla bistecca, all’arrosto.

Muscolo di grano: i salumi vegan
Il muscolo di grano viene lavorato anche per ottenere degli affettati tutti vegetali: salami, prosciutti, bresaole… Tutti hanno un caratteristico colore rossastro, ottenuto dall’aggiunta della salsa di pomodoro all’originaria lavorazione della farina di glutine. Gli affettati di muscolo di grano semplificano la vita fuori casa di chi ha scelto di seguire una dieta vegetariana o vegana.

Muscolo di grano: proprietà nutritive e benefici
Il suo creatore, il calabrese Enzo Marascio, è stato costretto ad una decennale dieta vegetariana a causa di problemi di ipertensione e diabete. Il suo muscolo di grano è, quindi, al 100% di origine vegetale, privo di grassi saturi e di colesterolo. Non è neanche molto calorico: 150 calorie in 100 grammi. Anzi, contiene moltissime proteine, aminoacidi essenziali e numerosi minerali (come ferro, potassio e magnesio).

Muscolo di grano: controindicazioni
Sebbene sia un alimento davvero salutare, ci sono delle controindicazioni. Essendo, infatti, un alimento derivato dalla farina di glutine, è assolutamente bandito ai celiaci. Inoltre, poiché potrebbe contenere tracce di soia (che, nella lavorazione della farina di legumi, può tranquillamente essere rimpiazzata da un altro legume), è sconsigliato ai soggetti allergici.

Loading...

Muscolo di grano: come acquistarlo e quanto costa?
Il muscolo di grano non è ancora diffusissimo nei nostri supermercati, ma lo si può facilmente reperire nei negozi biologici, vegani oppure online. Il prezzo varia a seconda della lavorazione e forma, ma la media si attesta attorno ai 3 euro ogni 100 grammi.

Muscolo di grano fatto in casa:
Se non volete farvi trovare impreparati da un ospite vegetariano o vegano o se volete semplicemente provare qualcosa di sano e diverso, allora seguite questa semplice ricetta per realizzare il vostro panetto di muscolo di grano.
Tutto ciò che vi serve sono del glutine di frumento, farina di legumi (ceci, piselli, soia o lenticchie), acqua, un pizzico di sale e un dado vegetale vegano. Per insaporire il composto potete usare le spezie che più preferite.
Bisogna dapprima preparare del brodo vegetale e poi setacciare glutine e farina in una terrina. Aggiungete le spezie, gli aromi e un pizzico di sale. Mescolate bene e poi aggiungete l’acqua. Date all’impasto la forma di un arrosto e contenetelo con una retina per farlo diventare di forma cilindrica. Lasciatelo prima riposare a temperatura ambiente per 15 minuti, in modo che il glutine si rapprenda e poi fatelo cuocere nel brodo per 45 minuti. Una volta cotto, lo si lascia riposare per qualche minuto nella sua acqua di cottura e poi è pronto per essere servito: a medaglioni con dei ricchi contorni di verdure, a “spezzatino” oppure anche freddo in un’insalatona.
Il muscolo di grano non ha ormai niente da invidiare a prosciutti e mortadelle, tanto che è presente all’EXPO 2015. La Regione Calabria, infatti, ha deciso di proporlo all’Esposizione Universale di Milano al posto dei tanto richiesti ed attesi Bronzi di Riace.

Cosa non mangiano i vegani? qui la lista.

Taggato con: