Menù

Pistacchio: le proprietà benefiche, nutrizionali e terapeutiche

Shares
Read Carefully

Il pistacchio è una pianta (Pistacia veradi origini mediorientali che produce frutti (drupe) dal seme di colore verde vivo e dal guscio violaceo.

© Boris Stroujko / Shutterstock.com - 127488233

La pianta del pistacchio e li suoi frutti freschi

...

Il frutto secco

Luoghi d’origine e produzione del Pistacchio

Noto a noi sin dai tempi degli Antichi Romani, che lo importarono dalla Siria, in Sicilia viene coltivato storicamente alle pendici dell’Etna, tra Bronte e Ardano, in maniera non intensiva (vengono raccolti esclusivamente a mano) e di nicchia, tanto da aver ottenuto prestigiosi riconoscimenti quali il Presidio Slow Food e il marchio DOP “Pistacchio Verde di Bronte”

© unknown1861 / Shutterstock.com - 193358537

Una spettacolare vista del monte Etna, scattata da Taormina


Gli altri pistacchi in commercio 
generalmente provengono invece dagli Stati Uniti – in California c’è una buona produzione – dalla Turchia, dall’Iran, dalla Siria e ultimamente anche dalla Cina.

Loading...

Frutto secco, ma buono anche fresco.

Generalmente arriva sulle nostre tavole come frutta secca, ma chi ha la fortuna di vivere nelle zone di produzione racconta quanto sia prelibato assaporarlo anche fresco e appena colto: un frutto a strati dai colori cangianti, squisito e morbido all’assaggio.

Benefici e le proprietà nutritive del pistacchio 


Il pistacchio è ricco di
proprietà nutritive, che agiscono in maniera efficace sul nostro organismo, donandogli diversi benefici. 
 
Tra le diverse tipologie di frutta secca è forse quello meno conosciuto per le sue proprietà benefiche, il motivo, probabilmente, risiede nel fatto che il pistacchio ha un apporto calorico più elevato ma, se consumato nelle giuste dosi, può rilasciare numerose vitamine e minerali.
Il pistacchio è ricco di fosforo, ferro, potassio, calcio, magnesio, vitamine A, B, C, E e K, acido glutammico, arginina, tirosina e metionina.
Si tratta di minerali, vitamine e aminoacidi utilissimi al nostro organismo.
Il pistacchio, apporta quindi i seguenti benefici:
– Combatte i radicali liberi grazie alla vitamina A, al ferro e al fosforo che rafforzano il sistema immunitario;
Abbassa il colesterolo poiché contiene fitosteroli vegetali che riescono a diminuire il livello di colesterolo cattivo nel sangue poiché competono con esso a livello di assorbimento intestinale;
Protegge gli occhi da eventuali malattie grazie alle proprietà antiossidanti e alla presenza di 2 carotenoidi  utili a mantenere il buon funzionamento della retina: la luteina e la zeaxantina;
 
– Mantiene giovane la pelle: grazie alla presenza di vitamina E;
 
– Contiene acido folico quindi è consigliabile alle donne in gravidanza (aiuta a prevenire malformazioni del feto)
 
– Può aiutare a contrastare il senso di fame e quindi a dimagrire. Grazie al’alta presenza di fibre è infatti  possibile saziarsi  e placare un attacco di fame, assumendo solo pochi pistacchi. Attenzione però al contenuto calorico, è consigliabile non superare i 20 pistacchi al giorno.
– Combatte l’anemia perché contiene rame, un minerale che agevola l’assorbimento del ferro nell’organismo;
– E’ un antibatterico e antinfiammatorio naturale, protegge il corpo da batteri, funghi ed infiammazioni;
– Assunto con moderazione (max. 20 pistacchi al giorno) risulta idoneo anche in caso di ipertensione poiché il pistacchio ovviamente parliamo solo di quello non salato in superficie: il pistacchio salato è assolutamente sconsigliato agli ipertesi – contiene modeste quantità sodio (1mg per 100g), inoltre degli studi hanno evidenziato che – grazie al buon apporto di potassio (ne contiene addirittura più delle banane ) e magnesio, il consumo moderato di questo frutto secco è in grado di apportare lievi ma riscontrabili effetti benefici (c.a. -4 Hg) relativamente al controllo della pressione massima.

Come e dove si può comprare?

In commercio pistacchi si trovano freschi o tostati; salati e non salati; inoltre, il pistacchio può essere consumato anche in forma elaborata, essendo un ingrediente molto utilizzato anche per la preparazione di diverse pietanze tipiche, dolci e salate, in particolare gelati e semifreddi.
  © Gandolfo Cannatella / Shutterstock.com - 262719968
Spaghetti freschi al pesto di pistacchio verde di Bronte


Ultimamente – grazie alla riscoperta di un’antica tradizione Siciliana – viene apprezzato in tutta Italia anche come condimento per la pasta: il pesto alla brontese è infatti una prelibatezza composta dall’80% di pistacchi di bronte, olio d’oliva extravergine delle pendici dell’Etna, sale e pepe; che ormai è possibile gustare in tutta Italia, comprandolo nelle gastronomie più fornite, ma anche direttamente online, grazie ad alcuni siti  web infatti, molti appassionati ormai riescono a rivolgere piccole ordinazioni direttamente ai produttori locali.

Non vi resta quindi che decidere come assumere questo frutto secco ed apportare maggiori proprietà nutritive al vostro corpo, ricordate solo di non eccedere con le dosi.
Loading...
Advertisement
Top