Menù

Patate: Proprietà e benefici

Shares
Read Carefully

L’alimento ‘povero’ per eccellenza, sembrerebbe invece ricco di proprietà benefiche per la salute: un prezioso alleato per il benessere del nostro organismo, forse sottovalutato perché ‘troppo a buon mercato’.


Le patate sono arrivate in Europa nel XVI secolo dal centro America, coltivate da antichi popoli andini e mesoamericani, culture millenarie e affascinati come ad esempio quella dei Maya vennero portate – assieme ai ricchi tesori – dai Conquistadores Spagnoli negli orti botanici Europei, dapprima con il solo scopo di metterla in mostra come mera ‘rarità’ per i borghesi dell’epoca. 

Ben presto però si scoprì il suo sapore da cotta, e la pianta si diffuse, prima grazie alle sole classi umili, che ne riscoprirono la facilità di coltivazione e le usarono per sfamarsi -famoso il quadro di
Van Gogh in cui si racconta la dura realtà de “i mangiatori di patate” – poi, rompendo ogni confine, il suo uso in cucina si diffuse rapidamente, sino ad arrivare alla ‘presenza globale’ dei tempi moderni.

 

Oggi vengono abitualmente consumate dalla stragrande maggioranza di noi; persino gli chef pluristellati le usano creativamente in molti piatti, grazie alla loro straordinaria versatilità. 

Più di recente – le vediamo quasi ogni giorno proposte in nel web sociale, che ci stupisce con tante proposte per facili ricette, sempre nuove, sempre più sfiziose, tutte basate su questo semplice ma ‘sorprendente’ alimento [link]. 

Loading...


Si può dunque certamente affermare che le patate siano saldamente entrate nella tradizione culinaria di OGNI cultura al mondo, cosa decisamente straordinaria e ‘con pochi pari’ se ci si riflette un attimo: quale Nazione non possiede un piatto tipico che preveda il loro utilizzo? Si può dire lo stesso di altri ortaggi?  Insomma abbiamo difronte un vegetale venuto da lontano, ma destinato a cambiare le cucine del mondo in poche manciate di secoli; un vero e proprio fenomeno virale’ del gusto.

Quello che però non sapevamo, è che questo alimento è anche  ricco di proprietà benefiche per il nostro organismo, al contrario di quanto erroneamente si è portati a credere.

Contenenti significative quantità di nutrienti come V
itamina C, B3, B5, B6, K e J, potassio, ferro, fosforo, magnesio, calcio, rame, zinco, sodio e carboidrati complessi le patate si rivelano incredibili alleate del nostro benessere quotidiano.

Ricordando – come doverosa premessa – ai diabetici di prestare attenzione nel consumo dato che si tratta di un alimento a contenuto glicemico; potremmo dire – parafrasando in maniera ironica una nota canzone di Rino Gaetano – che per “chi mangia patate”, “il cielo è sempre più blu”; dati gli svariati benefici che questo tubero è in grado di apportarci.

Scoprili tutti guardando gli 8 punti illustrati qui di seguito:



1) Aiutano a contrastare la ritenzione idrica

...

L’alto contenuto di potassio fa si che la patata si riveli un valido aiuto nel combattere la ritenzione idrica, poiché favorisce l’eliminazione dell’acqua in eccesso presente nel nostro corpo.
Mangiare patate quindi, aiuta a combattere la cellulite, grande nemica di tutte le donne e ad eliminare le tossine depurando l’organismo.





2) Riducono le infiammazioni

© Zerbor / Shutterstock.com - 308058743

Se si soffre di infiammazioni croniche interne, ad esempio di irritazione del sistema digerente, assumere patate, lesse o cotte al forno, aiuta a calmare l’infiammazione. Se, invece, si soffre di infiammazioni esterne, come ulcere della bocca, basta strofinare una patata cruda sulla zona infetta per trovare giovamento e curare l’infiammazione.





3) Combattono l’ipertensione

...

La patata contiene minerali, vitamine, proteine, fibre alimentari e potassio che si sono rivelati utili per tenere sotto controllo i fenomeni di ipertensione.
Inoltre, la vitamina B, contenuta nelle patate, stimola la produzione dell’acido gamma aminobutirrico, che aiuta a ridurre il livello di stress poiché consente il rilassamento del cervello.





4) Aiutano a prevenire tumori e malattie cardiache

© P. Chinnapong / Shutterstock.com - 348652862

Nella buccia delle patate si trovano sostanze antiossidanti, come la solanina e la caconina, in grado di ostacolare lo sviluppo delle cellule tumorali, soprattutto quelle di colon, fegato e stomaco e che migliorano la circolazione cardiaca.
Inoltre, potassio e magnesio, normalizzano l’equilibrio elettrolitico delle cellule aiutando a prevenire l’infarto.





5) Combattono la gastrite

© Stasique / Shutterstock.com - 234014233

Se si soffre di gastrite, reflusso gastro-esofageo o dolore allo stomaco la patata può aiutare a trovare sollievo in quanto, le sue proprietà curative, contenute in particolar modo nella buccia, contrastano l’effetto acido che i succhi gastrici possono provocare in coloro che soffrono di determinate patologie.





6) Stimolano il buon funzionamento del cervello

...

Le patate contengono dosi elevate di ferro, rame e vitamina B6, le quali stimolano l’attività cerebrale e aiutano a migliorare la memoria, soprattutto nelle persone anziane. Alcuni studi, infatti, hanno dimostrato che i centri nervosi rispondono in maniera positiva agli amminoacidi e agli acidi grassi che si trovano nelle patate.





7) Aiutano a perdere peso

...

Se si è a dieta le patate sono uno dei cibi consigliati per perdere peso, esse contengono carboidrati complessi che donano sazietà e aiutano a gestire l’appetito perché prima di essere digeriti vengono scomposti in zuccheri semplici ed entrano lentamente in circolazione, dando allo stomaco un senso di pienezza prolungato.





8) Riducono i calcoli renali

© Evan Lorne / Shutterstock.com - 116071294

Una delle cause principali della comparsa dei calcoli renali è il livello troppo alto di acido urico nel sangue. Per regolarizzarlo e trovare beneficio si può mangiare la buccia della patata, che contiene diversi nutrienti come manganese, potassio e rame.





Controindicazioni:
le patate non vanno consumate in dosi eccessive perché contengono solanina, una sostanza che, se assunta in grandi quantità, può rivelarsi tossica per il nostro organismo. Questa sostanza è presente soprattutto nelle patate che, a causa dell’eccessiva esposizione al Sole, diventano verdi e non andrebbero cucinate. Inoltre è bene controllare l’assunzione delle patate nei seguenti casi:

gravidanza e allattamento: in questi mesi le donne devono sempre cuocere bene le patate ed eliminarne la buccia per scongiurare il rischio di toxoplasmosi;

diabete: i pazienti che ne soffrono devono assumere le patate con moderazione in quanto questo tubero stimola lo sviluppo del glucosio nel sangue. 
Loading...
Advertisement
Top