Menù

Semi di Chia controindicazioni e consigli d’uso

Shares
semi di chia
Read Carefully

Semi di Chia controindicazioni e consigli d’uso è il tema centrale di questo articolo, affinchè chiunque possa sapere quali siano le condizioni in cui la loro assunzione non è consigliata.

I benefici e le proprietà dei semini di chia sono ormai note, tuttavia in alcuni casi il loro utilizzo può causare effetti collaterali o peggiorare particolari patologie dalle quali si è affetti. Per poterli includere nella propria alimentazione è importante tenerne conto e seguire alcuni accorgimenti di utilizzo.

Semi di Chia controindicazioni

semi di chia controindicazioni

La chia è una pianta aromatica che appartiene alla stessa famiglia della menta, del timo, del rosmarino ed è originaria dell’America Centrale dove veniva coltivata già in epoca pre colombiana, dagli Atzechi. Le proprietà dei semi di chia sono assimilabili a quelle di altri semi più conosciuti (semi di sesamo, semi di lino ed altri) e sono legate all’elevato contenuto di grassi buoni, in particolare gli acidi grassi omega3. Inoltre i semi di chia vantano la presenza di un’alta percentuale di sali minerali tra i quali calcio, fosforo e magnesio, oltre a proteine e fibre alimentari.

Questi elementi offrono numerosi benefici all’organismo: ciò rende il consumo dei semi di chia una sana abitudine a patto che non si soffra di alcune patologie o si stiano vivendo particolari condizioni per cui ne è sconsigliato l’uso.

Le controindicazioni dei semi di chia e gli effetti collaterali sono dovuti prevalentemente agli acidi grassi, soprattutto all’ acido alfa linolenico e alle fibre alimentari presenti in grandi quantità. E’ opportuno quindi chiedere consiglio al proprio medico in caso di:

  • ipotensione
  • operazioni chirurgiche subite a livello intestinale
  • diverticolosi e altri problemi dell’apparato digerente
  • assunzione di farmaci ipoglicemizzanti e coadiuvanti del flusso sanguigno

Ipotensione

semi di chia controindicazioni

Chi soffre di pressione bassa dovrebbe sempre assumere i semi di chia con grande moderazione in quanto essi contribuiscono ad abbassarla ulteriormente. Allo stesso modo se si prendono dei farmaci per l’ipertensione, volti ad abbassare la pressione, bisogna usare cautela perché questo alimento potrebbe amplificarne l’effetto in modo indesiderato.

Operazioni chirugiche

Chi ha subito un intervento a livello intestinale non dovrebbe assolutamente assumere questo alimento. La chia ha un elevato contenuto in fibra e questo può provocare irritazioni a chi già soffre di particolari problematiche. Inoltre tende anche ad aumentare di volume causando gas e gonfiori.

Diverticolosi

Anche per chi soffre di diverticoli vale lo stesso discorso fatto sopra. I semi di chia possono aggravare i sintomi di questa condizione, ecco perché sarebbe opportuno evitare di mangiarli.

Loading...

Assunzione di farmaci

Oltre a quelli contro l’ipertensione, ci sono altri farmaci che possono interagire con la chia. Sono soprattutto quelli che servono ad abbassare la glicemia (ipoglicemizzanti) e quelli che fluidificano il sangue  (anticoagulanti). I semi di chia svolgono entrambe queste funzioni, quindi potrebbero causare crisi ipoglicemiche o emorragie.

Altre condizioni in cui è bene evitare di assumere i semi di chia

semi di chia controindicazioni
Photo credits: healthline.com

Chi soffre già di allergie ad altri semi potrebbe essere intollerante anche alla chia. La reazione avversa potrebbe causare reazioni cutanee e disturbi gastrointestinali, quindi è sempre meglio assumerne un piccolissimo quantitativo per verificare il modo in cui il corpo riesce ad assorbire l’alimento. In generale devono sempre essere consumati nelle dosi e nei modi consigliati.

Gravidanza e allattamento

Non ci sono prove scientifiche riguardo alle controindicazioni dei semi di Chia in gravidanza e durante l’allattamento. Tuttavia è preferibile non correre rischi e come molti medici consigliano, astenersi dal consumo di questi semi durante suddetto periodo.

Semi di Chia uso

In generale i semi di chia fanno bene, ma devono sempre essere messi in ammollo nell’acqua, in un rapporto di 1:10, prima di essere consumati. Approsimativamente circa un cucchiaio e mezzo di semi di chia in un bicchiere di acqua. Dopo averli immersi nell’acqua è preferibile attendere almeno 30 minuti prima di assumerli, meglio se a stomaco vuoto. Questa procedura renderà gelatinoso il composto e ne ridurrà gli eventuali effetti indesiderati.

La quantità giornaliera dei semi di chia non deve mai eccedere, per nessuno, i due cucchiai.

Ogni alimento ha virtù positive e altre negative: conoscerle entrambe è fondamentale per trarre solo il meglio da ciò che la natura ci offre. Ora che dei semi di chia conosci le controindicazioni e i consigli d’uso non puoi sbagliare!

Loading...
Advertisement
Top