Ci avviciniamo al periodo delle feste, ed è innegabile come siamo anche portati a concederci un brindisi in più, nelle prossime settimane. Ma siamo sicuri che lo champagne sia solamente idoneo per le occasioni speciali? Secondo la ricerca della Università di Reading, non è proprio così: alcune sostanze contenute tra Pinot Nero e Pinot meunier, vini utilizzati nella produzione di champagne, aiuterebbero infatti a combattere (e prevenire) due importanti malattie, ovvero Alzheimer e demenza senile.

Chiaramente, l'esagerazione non è affatto opportuna: si parla di una quantità di tre bicchieri a settimana (invero un po' meno del classico bicchiere di vino al giorno!), che è magari la giusta quantità quando sorseggiato in buona compagnia, approfittando delle occasioni per sorridere con amici e con partner.

Ricordando che non si deve mai esagerare, allora, non resta che dire... In alto i calici!