In determinati periodi dell'anno - sopratutto attorno ai cambi di stagione o dopo le feste - capita che ci accorgiamo che la nostra pancia non è piatta come quella di una volta, e desideriamo cogliere la prima occasione per cambiare registro ed iniziare rimetterci in forma in vista della prossima Estate, o semplicemente per piacerci e piacere di più. Però le diete non sempre sono facili da seguire, e l'alterazione dell'umore che ci causa il doverlo fare, rinunciando ai piaceri della tavola rischia di produrre un trauma dagli effetti controproducenti

Ecco allora dei semplici consigli per perdere peso in maniera naturale, non una dieta, niente di drastico, ma dei semplici accorgimenti da prendere per iniziare a migliorare il nostro stile di vita, e di conseguenza la linea.

1) Dormi almeno 8 ore a notte

Dormire a lungo ha un effetto regolatore sugli ormoni dell'appetito, gli ormoni che trasmettono il senso della fame al nostro cervello, che il nostro corpo rilascia naturalmente nelle situazioni in cui c'è carenza di energia. Privarsi del sonno equivale ad indurre questa situazione, è dimostrato infatti che con la carenza di sonno il nostro corpo tende a amplificare il senso della fame, chiedendoci più cibo, per compensare lo squilibrio di zuccheri che la privazione di sonno crea, infatti il cervello a differenza dei muscoli non può bruciare grasso se l'energia finisce, ma ha bisogno di glucosio ematico, non permettere al cervello di riposarsi quindi aumenta la richiesta di zuccheri da parte dell'organismo, portandoci a mangiare in maniera scorretta

2) Fatti svegliare dalla freschezza di un limone 
Appena sveglia spremi un limone in un bicchiere di acqua tiepida e bevilo, questo stimolerà positivamente il tuo apparato digestivo, aiuterà con la regolarità intestinale, depura, sgonfia e aiuta bilanciare l'alcalinità del sangue* mantenendo costanti i livelli di zucchero nel sangue (donandoti maggior energia, meno spossatezza ed evitando quindi le risposte ormonali e il senso di fame di cui abbiam parlato al punto precedente) 

3) Evita le non-colazioni  della serie "solo un caffè": sono un falso amico della linea! Scegli invece una colazione proteica

Fare colazione, o meglio, non fare colazione, limitandosi a un caffè e un biscotto non va bene affatto!Questo crea degli squilibri al sistema digestivo (oltre che causare potenzialmente dei danni allo stomaco) e causerà noi un forte senso di fame verso metà mattinata, fame che sarà volta a compensare proprio il danno che abbiam fatto allo stomaco introducendo solo caffè e attivando i succhi gastrici, e non dovuta ad un effettivo bisogno di energia. Meglio quindi fare una colazione proteica (hai mai pensato di passare alle uova come gli Americani?) oppure per restare tradizionali, semiproteica a base di cereali (Yogurt e muesli sono un'ottima alternativa) o al limite a base di zuccheri semplici e vitamine (frutta e frutta secca)


4) Bevi 2-3 litri d'acqua al giorno

Se non ce la fai puoi aiutarti assumendone anche sottoforma di tisane, tè verde, succhi di frutta (spremute e centrifuge, evita i succhi confezionati se a meno che non siano senza zuccheri aggiunti) 


5) Assumi tanta vitamina D. Ma non andare a comprarla in farmacia: basta esporsi alla luce Solare!

Oltre a far bene alle ossa e alla pelle, alcune ricerche dimostrano che la vitamina D riduce anche il rischio di obesità. Forse non sai, ma esporre la nostra pelle ai raggi solari per dieci minuti al giorno ci permette di sintetizzarla naturalmente. E' un concetto che ho sempre trovato affascinante: anche l'uomo possiede una sorta di "fotosintesi clorofilliana", esporsi alla luce solare (anche di bassa intensità, anche a cielo nuvoloso) per soli dieci minuti al giorno garantisce la nostra dose quotidiana di vitamina D. Quindi alla mattina mettiamoci davanti ad una finestra luminosa ad osservare il paesaggio magari mentre sorseggiamo il nostro succo di limone. Oltre a regalarci la vitamina D questo ci aiuterà ad iniziare la giornata in maniera rilassata e ci permetterà di risvegliare anche il senso della vista in maniera delicata e naturale, prevenendo anche la stanchezza e la secchezza oculare che nell'epoca degli smartphone è un male sempre più diffuso

6) Cammina a piedi per almeno 30 minuti al giorno, meglio se al mattino.

O in alternativa prediligi le scale all'ascensore ogni volta puoi, vai 15 minuti in bicicletta oppure fai della ginnastica aerobica al risveglio (cyclette, tapis roulant o saltelli sulle ginocchia). Il movimento al mattino aiuta ad attivare il metabolismo, rilasciano ormoni che ci aiutano a bruciare grassi e ovviamente allena i nostri muscoli.

7) Porzioni bilanciate, ma non devi rinunciare a un piatto di pasta se lo ami!

Ogni pasto deve contenere tutti i principi nutrienti, senza privarsi di nulla, in maniera bilanciata. Idealmente si parla delle seguenti proporzioni 1/4 di carboidrati, 1/4 di proteine, 2/4 di vegetali. Come condimento l'olio di oliva va benissimo contenendo pochi grassi saturi. Se vuoi accelerare la perdita di peso, nei pasti serali rinuncia alla porzione di carboidrati sostituendola con frutta o vegetali. Ma un piatto normale di pasta (80-100 grammi) a pranzo non lasciartelo togliere nessuno! La pasta non è solo carboidrati, contiene anche proteine vegetali, inoltre se non si esagera con le porzioni la quantità di carboidrati assunta è quella che bruceremo durante il resto della giornata, privarsene in maniera non studiata da un medico apporta più danni che benefici. 

8) Evita le bevande gassate e i dolcificanti artificiali 
I dolcificanti artificiali (contenuti anche in alcune bevande dietetiche dal sapore dolce) possono essere dannosi per l'organismo e causare alterazioni ormonali (livelli di insulina).
Conoscere ciò che bevi è importante quanto e più di conoscere ciò che mangi.

9) Limita l'alcol a 1 bicchiere di vino o birra a pasto

Esagerare con l'alcol è dannosissimo per l'apparato digerente, inoltre è risaputo che l'alcol è di per se molto calorico. Un bicchiere di vino o di birra ai pasti invece può avere effetti benefici, tra cui anche il ridurre la sensazione di fame in eccesso.

10) Fai tre pasti al giorno ed intervallali con 2 snack

Colazione, pranzo e cena, ma non dimenticarti anche di mangiare un frutto, dei cereali o una barretta  energetica tra colazione e pranzo e tra pranzo e cena. Questo terrà costanti i livelli di zucchero evitando rilasci ormonali che ti porteranno ai pasti con troppa fame, inoltre ti donerà energia extra per essere produttiva e socievole durante la giornata, perchè la cosa più brutta di una donna che segue una dieta troppo restrittiva è che invece dei chili di troppo spesso perde solo il sorriso! 


 

*Nota: sebbene il limone sia notoriamente acido al gusto e allo stomaco, fatto dovuto alla presenza di acido citrico e ascorbico (Vitamina C), pare che i residui biochimici della digestione di un limone abbiano un effetto alcalinizzante per il sangue, sia perchè oltre agli acidi il limone contiene buone percentuali di potassio, magnesio e calcio e risulta inoltre essere anionico, sia perchè l'acido critico partecipa al ciclo di Krebs, un processo metabolico basilare per ogni forma di vita organica, questo ciclo è anche detto "ciclo dell'acido citrico, ed in pratica è il processo biochimico che ci consente di consumare ossigeno, zuccheri, carboidrati e/o grassi e trasformarli in energia energia cellulare (ATP), anidride carbonica e acqua, alla luce di ciò, si può ragionevolmente dedurre che acido citrico può essere facilmente smaltito dall'organismo, poiché naturalmente viene continuamente sintetizzato in processi fondamentali del nostro stesso organismo. Allo stesso modo, l'acido ascorbico, che altri non è che la vitamina C, viene utilizzata dal nostro organismo ed ha effetti antiossidanti e benefici per il sistema immunitario. Se però avete problemi di acidità di stomaco, gastrite, o ulcere, il limone a digiuno non è assolutamente consigliato, preferibile in tal caso sostituirlo con il consumo di altri alimenti alcalinizzanti non acidi, come la frutta dolce (pera mela), lo yogurt, o i pomodori crudi (i nostri cugini spagnoli d'altronde fanno da secoli colazione con la "tostada al tomate", che prevede l'utilizzo di pomodori freschi tritati finemente su una fetta di pane abbrustolito, questa può essere quindi un idea alternativa per una colazione alcalinizzante)