Menù

Spostare l’orario dei pasti fa dimagrire

Condivisioni
Leggi con attenzione

E’ proprio vero che spostare l’orario dei pasti fa dimagrire? 

A confermarlo è uno studio britannico che sostiene come basta cambiare l’orario dei pasti per velocizzare il metabolismo. Ecco in cosa consiste e come funziona la dieta dell’orologio.

Uno studio inglese afferma la dieta dell’orologio

Dimagrire con l’orologio è quanto afferma la dieta dell’orologio, un regime alimentare che va molto di tendenza e che pare riesca davvero nell’intento di far perdere peso. Lo studio britannico pubblicato sul Journal of Nutritional Sciences sottolinea che basta posticipare la colazione e anticipare la cena per bruciare in dieci settimane il doppio del grasso corporeo di quanto se ne sia bruciato in precedenza. 

Loading...

Nessun effetto miracoloso, semplicemente una maggiore attività del metabolismo che comporta una graduale perdita di peso mangiando normalmente e senza seguire una dieta ferrea. E’ infatti dimostrato scientificamente che velocizzare il metabolismo è molto importante per bruciare più grassi ed è per questo che ci sono persone che anche se mangiano tanto sono sempre magre, proprio perché hanno un metabolismo veloce. Il team di ricercatori dell’Università inglese del Surrey ha studiato per 10 settimane due gruppi di individui: nel primo, le persone dovevano ritardare la loro colazione di 90 minuti e cenare 90 minuti prima, mentre il secondo gruppo consumava i pasti come di consueto. I risultati sono stati sbalorditivi: infatti, coloro che hanno cambiato l’orario dei pasti hanno perso in media più del doppio di grasso corporeo rispetto all’altro gruppo. Tuttavia, per ottenere migliori risultati con la dieta dell’orologio è necessario seguire alcuni accorgimenti.   

Leggi anche  Accelera il metabolismo e ritrova la forma fisica con questo succo tutto naturale

Prestare attenzione a cosa si mangia 

Per dimagrire con l’orologio è chiaro che non basta spostare solo le lancette ma bisogna seguire qualche accorgimento. Infatti, se si mangia in modo scorretto e in quantità esagerate ovviamente la perdita di peso sarà solo un obiettivo irraggiungibile. Bisogna quindi fare attenzione a ciò che si mangia e a quanto si mangia, ma anche il modo di cucinare i cibi è molto importante. La cottura degli alimenti è un altro fattore determinante nel dimagrimento e bisogna quindi eliminare la frittura e prediligere la cottura alla piastra e a vapore. Limitare i carboidrati senza eliminarli del tutto e consumare la giusta quantità di proteine e fibre, indispensabili per mantenere in buona salute l’organismo.

Perché optare per la dieta dell’orologio

Se spostare l’orario dei pasti fa dimagrire questo conferma che la dieta dell’orologio funziona. E allora, come mai solo il fatto di posticipare la colazione e anticipare la cena riesce a produrre risultati così importanti? Il discorso è semplice: l’individuo soggetto a seguire una dieta rigida e con orari inflessibili abbandona il proprio regime senza averlo portato a termine. Questo naturalmente comporta la ripresa dei chili perduti e spesso anche più peso o, peggio, persino qualche chilo in più. Invece, imparare ad avere un migliore rapporto con il cibo aiuta ad affrontare la dieta con maggiore consapevolezza e tranquillità psicologica, favorisce parametri migliori di colesterolo, glicemia e grasso corporeo. Nel regime alimentare deve essere presente anche molta frutta e verdura, legumi e cereali integrali. 

Loading...
loading...
Advertisement
Top